Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, caso Feola ammesse nel giudizio le fotografie del giorno della disgrazia

Su richiesta della difesa degli imputati sarà incaricato come perito un esperto di salvamento

Imperia. Entrano nel processo le foto scattate il 25 luglio 2015 quando Mauro Feola perse la vita annegando nello specchio  d’acqua tra la Rabina e il Pennello sul litorale di Oneglia.

Lo stabilito il giudice Laura Russo a seguito dell’esame di un funzionario della Polizia postale ascoltato stamattina in udienza. La difesa di Aldo Notari e Caterina Pandolfi, i due bagnini del accusati di omicidio colposo, rappresentata dal”avvocato Erminio Annoni incassa, invece,  la richiesta di una perizia affidata a un esperto di salvamento: il 20 marzo ci sarà l’affidamento dell’incarico.

Quel pomeriggio di luglio di 4 anni fa il mare era molto agitato ed era stata esposta la bandiera rossa di divieto di balneazione.  Feola aveva guadagnato le acque per salvare il figlio che rischiava di annegare, sacrificandosi.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.