Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Rotary Club Sanremo si impegna contro l’azzardopatia

La dottoressa Garberoglio ha esposto il progetto contro il gioco d'azzardo patologico

Sanremo. Si è svolta, il 28 febbraio, presso l’incantevole cornice dell’hotel Paradiso, la serata conviviale, con soci ed amici, del Rotary Club Sanremo che ha visto la partecipazione, in qualità di relatrice sul tema della ludopatia, della dottoressa Maria Serena Garberoglio.

La dottoressa Garberoglio ha esposto il progetto contro il gioco d’azzardo patologico che sta svolgendo presso l’Istituto Colombo di Sanremo e l’Istituto Marconi di Sanremo ed Imperia, grazie alla sensibilità sul tema della dirigente Zappulla e della coordinatrice professoressa Meinardi.

L’approccio è innovativo: la cultura scientifico-probabilistica come fattore di protezione contro l’azzardopatia.
Innumerevoli studi, tra cui uno a firma dell’OCSE, hanno evidenziato come la diffusione del metodo scientifico e della probabilità “immunizzi” dal gioco patologico.

Lo scopo è quello di fornire delle basi che permettano di far comprendere ai giocatori cosa fanno e perché, proponendo quindi un’ottica di pensiero che anticipi il problema, nella fattispecie la compulsività del gioco, che ha pesanti ripercussioni sulla sfera sociale, personale, affettiva e non solo economica del giocatore. Più nello specifico, la relatrice ha sottolineato quali siano i concetti che proteggono dall’azzardopatia in maniera “matematica”: 1) la bassa probabilità di vincita, esemplificata con la probabilità di centrare la sestina vincente del Superenalotto pari a 1/622.614.630; 2) l’iniquità del gioco d’azzardo che redistribuisce in premi solo una parte della quota raccolta.
La cultura scientifico-probabilistica, oltre ad essere fattore primario nell’industria e nella tecnica, può giocare un ruolo da protagonista anche nella società.

Con queste conferenze si provano a far uscire le competenze e a metterle a servizio delle persone, dal momento che “l’analfabetismo matematico” sta alla base -anche- del gioco d’azzardo compulsivo. Al termine della relazione il presidente del Rotary Matteo De Villa ha ringraziato la dottoressa Garberoglio per la sua esposizione e, a nome del Rotary Sanremo, per l’impegno sociale nel promuovere tali iniziative dall’importante risvolto sociale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.