Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il nuovo brand accende la passione per Bordighera. Sindaco Ingenito: «Contiene il potenziale della nostra città» fotogallery

Mostrato per la prima volta oggi alla cittadinanza

Bordighera«Il marchio della Città di Bordighera è bellissimo come bellissima è la nostra città, nulla di meno poteva essere il logo che d’ora in avanti al rappresenterà. Il segno grafico è elegante e nello stesso tempo ricco di vitalità. Sale verso l’alto per poi espandersi con energia e divenire inclusivo. E’ dinamico, coinvolgente, attrattivo. Ma ciò che più mi ha colpito è che in questo nuovo marchio ho potuto vedere la nostra città, come è stata e come auspico che sarà. Vi ho visto gli elementi che fanno parte della sua tradizione, uno in modo particolare è così identificativo da far parte della definizione più classica di Bordighera. Ma soprattutto di Bordighera ho visto tutto il potenziale che aspetta solo di accendersi e di svilupparsi». Lo ha detto il sindaco Vittorio Ingenito presentando oggi alla cittadinanza, presso i locali dell’ex chiesa anglicana, il nuovo brand che identificherà Bordighera in Italia e nel mondo.

Brand di Bordighera

Una palma, simbolo della città, che si proietta nello spazio trasformandosi in un fuoco d’artificio accompagnato dalla scritta “light my fire”, accendi il mio fuoco, la mia passione, come cantava il gruppo rock “The Doors”.
Realizzato dalla fiorentina SocialDesign srl, rappresentata da Daniela Lotti e Walter Sardonini, che si è aggiudicata il bando indetto dell’amministrazione comunale, sbaragliando altri 64 concorrenti, il logo colpisce per una versatile semplicità che, partendo dalla tradizione della città, la proietta nel futuro. Come ha sottolineato lo stesso Ingenito: «Quando ho visto per la prima volta il marchio, ho rivisto la mia città, mi ci sono identificato e mi sono emozionato. Siete stati capaci (ha detto rivolto ai grafici, ndr) di proiettare nel futuro la versione più classica della nostra Bordighera».

Tre i criteri su cui si è basato il giudizio della commissione, presieduta da Sofia Tonegutti: originalità, memorabilità e adeguatezza. Ogni componente della giuria ha dato una propria valutazione a tutti i sessantacinque progetti, pervenuti da tutta Italia. La media delle valutazioni ha portato alla vittoria dello studio fiorentino, che si è aggiudicato i 4mila euro messi in palio dall’amministrazione comunale. «Le valutazioni dei singoli giurati sono state omogenee», ha spiegato il presidente della commissione, «Non ci siamo quindi trovati in difficoltà nel valutare quale era il logo da premiare. Abbiamo lavorato in assoluta serenità e sintonia».

Walter Sardonini della  SocialDesign srl

Ancora una volta sarà la palma, trasformata in un fuoco d’artificio capace di “accendere la passione”, il simbolo di una città che affonda le sue radici in una storia secolare ma che è pronta a proiettarsi in un futuro altrettanto luminoso.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.