Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il governatore Toti contro Scajola sui finanziamenti per il maltempo: «Imperia non ha mai avuto tanto»

Comunicato stampa della Regione, clima teso tra i due leader in attesa del summit di venerdì

Genova.  «Rispetto a quanto erroneamente affermato dal sindaco di Imperia Claudio Scajola sulla presunta disparità di trattamento territoriale sui fondi stanziati per far fronte alle mareggiate, Regione Liguria chiarisce che per quanto riguarda il dato relativo al solo Comune di Imperia il fondo strategico regionale prevede 17 interventi, per un totale di 6,3 milioni di euro».

Con un comunicato stampa al vetriolo la Regione risponde al sindaco di Imperia Claudio Scajola che a margine di una conferenza stampa, stamattina ha attaccato i vertici amministrativi regionali, riferendosi a una difformità di trattamento tra i comuni delle province di La Spezia e Imperia (a favore dei primi) per quanto riguarda la distribuzione dei fondi per il maltempo di fine ottobre, di cui avrebbe chiesto conto al governatore Giovanni Toti nel corso di un vertice previsto per domani

«Ai  6,3 milioni di euro  vanno aggiunti 4,2 milioni così ripartiti: 2,4 milioni stanziati per il ripristino delle difese a mare, 174.000 euro per le somme urgenze e gli interventi di prima emergenza, 1,6 milioni di euro per interventi di ripristino segnalati dal Comune stesso come cantierabili entro settembre 2019. Si tratta di risorse ottenute grazie al proficuo e costante dialogo col Dipartimento nazionale di Protezione civile e col Governo e ovviamente con tutti i Comuni che sono stati indicati come coadiuvatori di questo importante percorso perché sono loro stessi ad aver stabilito le priorità degli interventi ancora da eseguire cui è seguito lo stanziamento presentato ieri».

«I Comuni che hanno segnalato danni nella provincia di Imperia -prosegue la nota –  sono la metà rispetto al numero di quelli colpiti nella provincia di La Spezia e Savona. Il monte danno totale è ovviamente diverso per ogni territorio così come diverse, per quantità economica e qualità degli interventi, sono state le segnalazioni di danno al patrimonio pubblico degli enti coinvolti. Pertanto le schede divise per provincia non sono sovrapponibili e paragonabili in termini di riferimento economico relativo agli stanziamenti».

« Tutte le voci di danno al patrimonio pubblico – chiude –  segnalate per gli anni 2020-2021 che non rientrano nel piano di interventi varato ieri dal Commissario Toti, avranno specifica copertura economica a seconda della cantierabilità così come da comunicazione degli stessi comuni al dipartimento regionale di Protezione civile».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.