Quantcast

Il campione di motociclismo Nicola Dutto a Bordighera: “La “Rally Terapia” è una figata”

"Dà la possibilità a quei ragazzi, che normalmente non l'avrebbero, di vivere un po' di adrenalina"

Bordighera. Questa mattina il campione di motociclismo Nicola Dutto, reduce dalla Dakar, ha partecipato all’evento “Rally Terapia“.

Un vero esempio di forza di volontà che dalla sua diretta e dolorosa esperienza, che lo ha reso paraplegico, ha saputo trarre il meglio. La sua condizione non gli ha impedito di inseguire i suoi sogni.

“La Rally Terapia, come dice il mio amico Vanni Oddera, che ha inventato la “Moto Terapia”, è “una figata” perché dà la possibilità a quei ragazzi, che normalmente non l’avrebbero, di vivere un po’ di adrenalina – dichiara il pilota Nicola Dutto – Alla fine la cosa più bella è vedere nei loro occhi la soddisfazione e il sorriso sulla loro faccia. E’ una figata, ce ne fossero di più di manifestazioni del genere”.

“Il rally mi piace – confessa Dutto – in famiglia ho mio cugino, Dario Cerato, che negli anni ’80 è stato campione di rally. Il motosport fa parte di quello che è la mia famiglia. Poi il rally si avvicina molto all’enduro come fisionomia di gara, alla fine diciamo che siamo “parenti” tra enduristi e rallysti, sia in moto che in macchina”.