Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fumogeni lanciati sulla Milano-Sanremo: cinque giovani denunciati per cooperazione colposa in incendio boschivo foto

Indagini dei carabinieri

Diano Marina. Cinque giovani, di età comprese tra i 20 e i 30 anni, originari del golfo dianese sono stati denunciati dai carabinieri per il reato di cooperazione colposa in incendio boschivo per aver lanciato alcuni fumogeni sul capo Berta durante il passaggio dei ciclisti per la 110ma edizione della Milano-Sanremo lo scorso 23 marzo.

A ricostruire l’accaduto sono stati i carabinieri della stazione di Diano Marina con i colleghi della specialità forestale di Imperia.
Le immagini trasmesse in diretta dalle televisioni che seguivano la gara hanno fatto scattare immediatamente le indagini da parte degli stessi militari impiegati per i servizi di sicurezza e vigilanza predisposti in occasione della gara. Le telecamere, infatti, hanno ripreso un gruppetto di ragazzi che accende fumogeni – quelli utilizzati per le segnalazioni di emergenza delle imbarcazioni da diporto – causando non pochi disagi agli atleti che transitavano. I tizzoni incandescenti dei fumogeni, inoltre, cadendo a terra hanno creato un principio di incendio delle sterpaglie e della macchia mediterranea presente ai margini dell’Aurelia.

Immediata l’acquisizione delle dichiarazioni dei testimoni presenti e le fotografie dell’accaduto che hanno consentito la piena identificazione dei cinque autori del gesto, commesso con noncuranza anche dell’assoluto divieto di accensioni in vigore dal 19 marzo scorso proprio per prevenire il rischio di incendi.

Solo il tempestivo intervento di un vigile del fuoco non in servizio, insieme a quello dei colleghi di una squadra di Imperia, ha evitato che le fiamme si propagassero. Le conseguenze di quest’azione sono state l’incendio di circa 10 metri quadrati di sterpaglie ed il danneggiamento di un pino marittimo. I cinque dovranno adesso rispondere del reato penale di cooperazione colposa in incendio boschivo, e pagare una sanzione amministrativa per la violazione del divieto di accensioni in periodo di rischio incendio alto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.