Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Con il premio “Donna di fiori” più di 2mila euro per le mamme e i bambini del Cav di Sanremo-Taggia

Evento organizzato da Silvia Troiani e Agata Trezza (Around Events) per sensibilizzare sul tema della violenza di genere

Sanremo. Duemilaventiquattro euro e trentotto centesimi: è la cifra raccolta in occasione del premio “Donna di fiori” che sarà interamente devoluta al Cav di Sanremo-Taggia per aiutare madri sole e i loro bambini. Donne che hanno subito forme di violenza e che troveranno un nuovo sostegno grazie al cammino intrapreso dalle manager Silvia Troiani e Agata Trezza (Around Events) per dire «basta» ai soprusi, alle minacce, agli abusi che ancora oggi vengono perpetrati sul genere femminile.

In scena sabato scorso al Teatro dell’Opera del Casinò, l’evento ha mescolato le alchimie e i linguaggi di varie personalità del panorama musicale nazionale: da Luisa Corna a Barbara Cola fino a Luisa Macellaro La Franca. Dietro la conduzione dell’attrice e presentatrice Rai Scuola Chiara Buratti, la serata ha visto come protagonisti anche i Deschema, in partenza per il tour mondiale di Sanremo Giovani, nonché le artiste emergenti Cinzia Carreri e Giada Bernardini, finaliste nazionali di Area Sanremo Tour.

Uno spettacolo unico che per il secondo anno consecutivo è stato pretesto non solo per lottare unite contro la violenza di genere ma anche per premiare donne del territorio (e non) che si sono distinte per percorso professionale, progetti personali nonché impegno sociale o socio-psicologico. A ricevere i riconoscimenti (offerti dal maestro orafo Michele Affidato e dalla Maison Daphné Sanremo) sono state: Maria Claudio Torlasco, presidente nazionale Aidda; Sabina Airoldi; biologa e ricercatrice presso l’Istituto Thetys – Santuario dei Cetacei; Francesca Loffredo, psicologa, psicoterapeuta specializzata in autismo; Laura Ferrari, insegnante e presidente dell’Azione Cattolica diocesana; Roberta Bellesini, moglie dell’attore e autore Giorgio Faletti; e Alessia Ramusino, cantautrice genovese impegnata in nome della causa femminile con il flash mob sul suo brano “Yallah”. Il premio “Donna di fiori” dell’anno è stato invece attribuito all’imprenditrice sanremese Barbara Amerio, premiata dal sindaco Alberto Biancheri.

«L’evento è stato una grandissima soddisfazione, sia per la cifra raccolta che per la serata definita da tutti di grande qualità con ospiti eccezionali e un teatro gremitissimo – dicono le manager di Around Events –. Siamo molto orgogliose, perché soltanto tutti insieme possiamo fare qualcosa per sensibilizzare, bloccare o almeno arginare un male così grande come quello della violenza di genere. Un impegno soprattutto per le donne di domani».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.