Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cervo, Antonio Caprarica presenta “Royal Baby–vite magnifiche e viziate degli eredi al trono”

Un libro che descrive gli aspetti più significativi e curiosi di molte infanzie dorate e complessate

Cervo. L’appuntamento con la letteratura contemporanea e i suoi grandi protagonisti, prosegue con Antonio Caprarica, oggi alle 17, nell’Oratorio di Santa Caterina.

L’autore, volto noto della televisione, giornalista arguto, saggista e ironico osservatore, presenta “Royal Baby – vite magnifiche e viziate degli eredi al trono”, Sperling & Kupfer Editore, un libro che descrive gli aspetti più significativi e curiosi di molte infanzie dorate e complessate.

Che cosa significa per un bambino essere l’erede al trono? All’apparenza, poter godere di privilegi inarrivabili, in realtà, anche il doversi sottoporre a modelli di comportamento che sembrano studiati apposta per creare dei disadattati in lotta con il proprio destino. Ne sa qualcosa Carlo d’Inghilterra, al quale il libro dedica un vivace e accurato ritratto: a tre anni ha già imparato a fare l’inchino alla bisnonna, la regina Mary, e a quattordici subisce in un collegio gelido e isolato una disciplina da caserma e le umiliazioni dei bulli.

E se oggi i suoi figli e i suoi nipoti sono trattati con minor severità, l’attenzione ossessiva dei mass media rende la loro esistenza piuttosto scomoda. Avanti e indietro nel tempo, infilandosi nelle residenze reali di tutta Europa, Antonio Caprarica registra gli aspetti più significativi e curiosi di molte infanzie dorate e complessate. La stanza dei bambini diventa un insolito punto di osservazione per indagare, attraverso le storie di diversi, famosi eredi – la regina Vittoria, Carlo e William d’Inghilterra, Vittorio Emanuele III di Savoia, Filippo di Spagna, Harald di Norvegia e altri ancora, il senso attuale di una istituzione che affida le sorti delle nazioni a una lotteria genetica.

Dialoga con gli autori il professor Giovanni Poggio, dirigente scolastico dell’istituto Vittorio Emanuele II di Genova. L’incontro prevede momenti musicali a cura di Nicole Imbesi – pianoforte – Associazione San Giorgio Musica di Cervo.

La rassegna è ideata dalla professoressa Francesca Rotta Gentile e promossa dall’associazione culturale Cumpagnia du Servu, con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura e Istruzione del Comune di Cervo (delegato all’istruzione Annina Elena), del Comune di Imperia (assessore Marcella Roggero), del Comune di Sanremo (assessore Eugenio Nocita) e della Provincia di Imperia.

Il progetto ha ottenuto il patrocinio del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria Ufficio V – Ambito Territoriale di Imperia e l’autorizzazione come corso di formazione docenti per gli insegnanti di ogni ordine e grado di tutta Italia: tutti gli incontri (totale ore 45:00) saranno registrati sul sito di formazione S.O.F.I.A del MIUR (iscrizione gratuita fino al 21 dicembre 2018) dagli istituti scolastici capofila per la formazione:

• Ruffini-Imperia: dirigente scolastico Paolo Auricchia
• Sanremo Levante-Sanremo: dirigente scolastica Anna Maria Fogliarini
Gli studenti che parteciperanno agli incontri letterari potranno avere le ore riconosciute come credito formativo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.