Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Camporosso la “Seconda giornata contro lo spreco delle persone, dei beni alimentari e delle risorse naturali” foto

Raccolta di fondi da destinare a due progetti che rendano protagonisti i più emarginati della società

Camporosso. Una giornata di festa dedicata ai più deboli ed emarginati, spesso vittime silenziose e invisibili di solitudine e pregiudizi. Alle 12,30 di giovedì 4 aprile, al Palatenda di Bigauda, avrà luogo la “Seconda giornata contro lo spreco delle persone, dei beni alimentari e delle risorse naturali”. Nata da un’idea di Luciano Codarri, storico fondatore della Spes di Ventimiglia e presidente della neonata associazione “Scuola di Pace Ventimiglia”, l’iniziativa vede, per la seconda volta dopo il pranzo dello scorso 6 dicembre, il coinvolgimento degli studenti dell’Istituto di istruzione superiore alberghiero “Ruffini – Aicardi” che cucineranno un ricco pranzo offerto alle persone disabili e allo loro famiglie, agli anziani, agli immigrati accolti da centri presenti sul territorio e ai volontari di diverse associazioni. Il pranzo vedrà un massimo di 230 commensali: i posti disponibili, dopo l’elenco degli invitati, potranno essere prenotati inviando una mail alla Spes (info@spesauser.it).

“Si tratta di una iniziativa promossa dalla Scuola di Pace: associazione nata qualche mese fa a cui partecipano a titolo individuale professori, gente comune, volontari e dirigenti di altri associazioni”, ha detto Luciano Codarri, promotore dell’iniziativa, che spiega: “Nella nostra società i primi a essere sprecati sono alcune categorie di persone, come i ragazzi con handicap che vengono considerati un peso e non una risorsa, poi gli anziani e gli immigrati. Ci proponiamo come scopo quello di creare un percorso che permetta loro di sentirsi utili nella società”.
La giornata di domenica 4 aprile tocca poi un altro tema: quello dello spreco alimentare. “Recuperare le persone, soprattutto quelle più emarginate, recuperare i beni materiali, significa salvare anche il pianeta”, dice ancora Codardi.

Durante il pranzo verrà posizionato un contenitore: chi vorrà potrà dare il proprio contributo. Le offerte saranno destinate per il 50 per cento alla Caritas Intemelia per l’Emporio della Solidarietà e per la restante metà alla Spes Cooperativa sociale per l’inserimento nel lavoro di persone disabili.

Oltre alla sensibilità degli studenti dell’Alberghiero di Taggia che “con grande entusiasmo si sono messi a disposizione per cucinare”, ha sottolineato Codarri, sarà necessario reperire le materie prime per il ricco menù. Un contributo è già stato stanziato da Coop “Il gambero rosso”; supermercato Conad di Vallecrosia, Coop Liguria, Confesercenti Ventimiglia, Confcommercio Ventimiglia e dal Comitato Festeggiamenti per Ceriana. Finanzieranno la giornata anche i Comuni di Ventimiglia, Camporosso e Vallecrosia, che hanno già dato il loro patrocinio. Ma questo non esclude ad altri soggetti la possibilità di contribuire alla riuscita dell’evento.

L’appello, lanciato da Sergio Scibilia, è rivolto a tutto i commercianti e esercenti, ma anche a singoli cittadini, che possono contattare la Spes e chiedere come partecipare all’iniziativa. L’elenco degli alimenti necessari è lungo: 20 kg di patate, 10 kg di stoccafisso, 6 litri di panna da cucina, 4 kg di pancarrè, 0,5 kg di prezzemolo, 20 kg di fave e altrettanti di sfoglia per lasagne. Poi 10 kg di pesto genovese, 15 litri di latte, 20 kg di pesce da zuppa e 10 kg di gamberi rossi. Tra le voci più significative anche 30 kg di fragole fresche, 5 kg di fagioli di Pigna, 5 kg di pomodoro ciliegino, 12 kg di pelati e 5 litri di olio extravergine di oliva. Prima di acquistare o portare il materiale, è necessario contattare la Spes per ricevere indicazioni.

Il pranzo sarà allietato dalla musica della SPES band e del Trio Scampato.

“Il fatto che abbiano partecipato in tanti dà idea del fatto che questo tema di recupero sia in questo momento sempre più sentito e al centro dell’attualità”, ha detto il sindaco Enrico Ioculano, “Penso che anche le amministrazioni comunali debbano fare la propria parte, sostenendo queste idee”.

Per ulteriori adesioni, sia in termini di donazioni che di prenotazioni all’evento:
Facebook: scuoladipacediventimigliaaps
info@spesauser.i
organizzazione@caritasintemelia.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.