Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, riuscito il progetto “Judo@School” alla scuola media di Roverino foto

Alle lezioni hanno partecipato tutti gli alunni delle classi 1A, 1B e 1C

Ventimiglia. Si è concluso nei giorni scorsi il Progetto “Judo@School” organizzato presso la scuola media dell’IC Cavour di Roverino.

Le lezioni, cui hanno partecipato tutti gli alunni delle classi 1A, 1B e 1C del plesso di Roverino, sono state svolte nell’ambito dell’ampliamento dell’offerta formativa dell’istituto comprensivo n° 2 Cavour di Ventimiglia, diretto da Antonella Costanza.

Sempre forte il riferimento alla legalità: anche lo sport è uno strumento fondamentale per veicolare le competenze e i valori di cittadinanza ed educare al rispetto. Importante sottolineare anche che il progetto si è svolto gratuitamente
senza nessun costo aggiuntivo per le famiglie. L’idea del corso è nata dalla collaborazione tra le docenti dell’istituto Antonella Iannucci, allenatore federale FIJLKAM con il grado di cintura nera 3° dan e referente regionale della Federazione di Judo in merito ai rapporti tra lo sport e la scuola, e Stefania Naso docente titolare di Scienze Motorie e Sportive dell’IC Cavour.

Gli alunni hanno partecipato con grande entusiasmo e voglia di fare a questa iniziativa finalizzata alla promozione della pratica sportiva, incoraggiando i ragazzi alla partecipazione attiva allo sport vissuto come esperienza di condivisione e fair play, oltreché alla trasmissione di corretti e salutari stili di vita.

La prof.ssa Iannucci ha presentato con passione ai ragazzi una dimensione altamente educativa ma anche ludica, dinamica e divertente dello Judo. Le attività proposte hanno suscitato molto interesse nei giovani partecipanti. Importanti i temi trattati come ad esempio combattere il bullismo attraverso l’educazione al rispetto, imparare a cadere senza farsi male, sapersi difendere e saper valutare le situazioni di pericolo, comprendere e riconoscere il valore delle regole e rispettarle, imparare a controllare l’aggressività, e a prendere le distanze da qualsiasi forma di violenza, favorire la collaborazione e la relazione, ridurre i conflitti.

All’ultima lezione del corso ha anche partecipato la campionessa dello Judo Club Ventimiglia Maruska Iamundo, atleta della squadra nazionale italiana, ex alunna della scuola media di Roverino, che ha giocato con i ragazzi e raccontato loro la sua esperienza sportiva e firmato autografi a tutti. Un grande stimolo e un bell’esempio
da seguire per tutti i presenti.

Come atto finale del Progetto “Judo@School” gli alunni hanno compilato un questionario anonimo sul gradimento e l’interesse suscitato dal corso. I risultati sono stati veramente entusiasmanti: altissimo gradimento, riconoscimento per il valore dell’attività proposta e tanta soddisfazione da parte dei ragazzi partecipanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.