Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vallecrosia, la denuncia della minoranza: “Stralciati senza motivazione 4 punti su 6 nell’ordine del giorno della 2a commissione”

"Atto gravissimo del Presidente del Consiglio. Bavaglio alla minoranza"

Vallecrosia. La minoranza denuncia l'”atto gravissimo del presidente del Consiglio durante la 2^ commissione richiesta dalla minoranza.

“Ma dove è finita la politica dell’amministrazione partecipata, del confronto e dell’apertura? Sconcertante. Abbiamo richiesto in data 26.02.2019 la convocazione della 2^ commissione – dichiarano i consiglieri di minoranza – Ai sensi dell’art. 9 co. 06 del regolamento del consiglio comunale che cita testualmente “La convocazione è effettuata dal Presidente anche a seguito di richiesta scritta, con l’indicazione degli argomenti da trattare, allo stesso indirizzata da almeno due membri della Commissione.

In quest’ultimo caso la riunione deve essere tenuta entro dieci giorni da quello successivo alla presentazione della richiesta al protocollo generale del Comune” al fine di discutere in merito ai seguenti argomenti:

1. Vincolo scolastico scuola Sant’Anna
2. Modifica regolamento dehors
3. Progetto demolizione caserma dei vigili
4. Nuova segnaletica stradale e sicurezza
5. Indirizzo e politica commerciale – sinergia con CIV
6. Determinazione modalità di utilizzo immobile comunale presso depuratore / bocciofila

Argomenti di interesse generale pubblico ed amministrativo che come recita l’art. 11 punto 2 lettera c): le commissioni permanenti approfondiscono, anche di loro iniziativa, lo studio di problemi di interesse generale”.

“Una grave mancanza di rispetto e tutela della minoranza invece si è verificata – continuano i consiglieri di
minoranza - quando il Presidente del Consiglio convoca la commissione per il 04 marzo 2019 ed oltre a non avere ottemperato a quanto recitano gli articoli del regolamento, non ha rispettato il principio di tutela della minoranza decidendo di sua spontanea volontà ed a suo sentimento di stralciare 4 punti su 6. Perché? Potremmo forse parlare o chiedere cose che non piacciono molto?

Questa amministrazione, contrariamente a quello che divulga tra i cittadini, non solo non ci coinvolge nell’attività amministrativa ma addirittura non vuole farci neppure parlare nelle sede istituzionali delle commissioni e nei consigli comunali e poi ci sentiamo dire che siamo sempre contrari? Forse siamo più stimolati della maggioranza e spesso diamo fastidio perché il nostro fine è il bene comune.

 Ricordiamo al Presidente del Consiglio Anastasio, che quanto da noi presentato, è stato il frutto di un confronto con il segretario comunale e con il funzionario della segreteria, i quali ci hanno confermato che gli argomenti indicati da trattare, avevano le caratteristiche per essere inseriti nella convocazione di commissione, indicandoci altresì la modalità di come presentarli. Ma leggendo la convocazione ci viene spontaneo dedurre che il Presidente Anastasio Sandro è più preparato del Segretario Comunale e del Funzionario, perché non ha minimamente considerato quanto da loro indicato”.

“Leggiamo nella sua convocazione le motivazioni più sterili ed insignificanti, in quanto i nostri approfondimenti essendo di natura polito amministrativa vanno discussi in commissione. Invieremo al Prefetto la segnalazione affinché Sua Eccellenza possa intervenire in merito affinché non vengano preclusi i nostri diritti. Il Presidente del Consiglio deve essere neutrale. Mai successo un simile comportamento – concludono i consiglieri di minoranza - e chiediamo al Presidente che la convocazione sia rettificata nell’ordine del giorno inserendo i 6 punti di discussione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.