Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tunisino condannato a 10 mesi per aver violato (per amore) il decreto di espulsione

Y.K. Era stato arrestato ad agosto. Ha ammesso, scusandosi, di essere rientrato in Italia solo per rivedere la fidanzata

Imperia. A una settimana da San Valentino anche le aule di giustizia, solitamente grigie, si tingono di rosa: il cuore rotto dalla lontananza forzata non è bastato, però, a un cittadino tunisino, Y.K., a evitare una condanna 10 mesi di carcere comminata dal giudice Chiara Bosacchi.

Il giovane detenuto nel carcere di Sanremo e difeso dall’avvocato Paolo Burlo ammettendo le sue responsabilità e chiedendo scusa, ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato: ma, pur essendo stata accolta la richiesta di applicazione delle attenuanti generiche da parte del suo legale Y.K. Dovrà finire di scontare la condanna dietro alle sbarre.

Poi, subito dopo,  dovrà abbandonare il territorio italiano nonostante il cuore infranto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.