Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Standing ovation per l’esibizione di Loredana Bertè e Irene Grandi a #Sanremo2019 fotogallery

Sul palco insieme ai Big Rocco Hunt e i Musici Cantori di Milano, Brunori Sas, Giuseppe Fiorello, Syria, Jack Savoretti, Paolo Jannacci, Massimo Ottoni, Manuel Agnelli e Rancore, Biondo e Sergio Sylvestre, Ermal Meta, i Sottotono e Morgan

Sanremo. La serata dei duetti della 69esima edizione del Festival della Canzone Italiana è proseguita con l’esibizione in “Per un milione” dei Boomdabash con Rocco Hunt e i Musici Cantori di Milano che hanno portato in scena un’esibizione esplosiva che ha fatto venire voglia di ballare al pubblico dell’Ariston.

The Zen Circus ha interpretato “L’amore è una dittatura” insieme a Brunori Sas, mentre Paola Turci ha cantato insieme a Giuseppe Fiorello “L’ultimo ostacolo”.

E’ piaciuto il duetto Anna Tatangelo-Syria che hanno portato sul palco “Le nostre anime di notte”. Gli Ex-Otago hanno cantato con Jack Savoretti in “Solo una canzone”, mentre Enrico Nigiotti ha stupito tutti con la sua originale interpretazione di “Nonno Hollywood” insieme a Paolo Jannacci e all’animazione realizzata da Massimo Ottoni.

Standing ovation per l’esibizione di Loredana Bertè e Irene Grandi in “Cosa ti aspetti da me”. Le due cantanti hanno caricato il pubblico con l’unione delle loro potenti voci. Daniele Silvestri ha cantato invece con Manuel Agnelli e Rancore “Argentovivo”.

Einar si è esibito con Biondo e Sergio Sylvestre in “Parole nuove”. L’unione delle tre giovani voci ha dato una marcia in più al brano del Big in gara. Toccante esibizione quella di Simone Cristicchi insieme a Ermal Meta che in “Abbi cura di me” privilegia la scrittura e la poesia, che a volte risulta essere un po’ scomoda.

Nino D’Angelo e Livio Cori hanno portato la magia della canzone napoletana con i Sottotono in “Un’altra luce”. In conclusione Achille Lauro ha fatto ballare tutti insieme a Morgan grazie a “Rolls Royce” in versione rock.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.