Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sicurezza e salute per il cittadino, doppio incontro a Vallecrosia

Relatori il vice questore di Ventimiglia e la dottoressa Domenica Espugnato per i Lions

Vallecrosia. Alle ore 18,00 di martedì 26 febbraio 2019, presso la Sala Polivalente Comunale G. Natta (Via C. Colombo – solettone sud) l’amministrazione comunale ha indetto un’assemblea pubblica sul tema: Sicurezza e salute per il cittadino.

Con due interventi di circa 45 minuti ciascuno: il primo sulla “Sicurezza Partecipata”, dal titolo “Prevenzione delle truffe ai danni delle fasce deboli”, vedrà come relatori i responsabili della prevenzione del Commissariato della Polizia di Stato di Ventimiglia, personale guidato dal Vice Questore Saverio Arricò, che andranno a fornire tanti utili consigli per prevenire truffe, soprattutto quelle domestiche ma non solo, a carico dei cittadini anziani ma che sempre più spesso colpiscono pure le fasce più giovani della popolazione.

Il secondo momento verterà sulla “Salute partecipata” dal titolo Progetto Lions Club “Barattolo d’emergenza: metti al sicuro la salute”, l’incontro sarà aperto da una relazione della dottoressa Domenica Espugnato, medico di base e Presidente del Lions Club Bordighera Otto Luoghi.

Al termine di ciascuna relazione saranno previsti circa 15 minuti per eventuali domande da parte del pubblico per terminare entro le ore 20,00.

Piena soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Vallecrosia Armando Biasi e dall’assessore delegata ai Servizi Sociali Marilena Piardi che ringraziano la Polizia di Stato e il Lions CLub per i loro contributi alla sicurezza e al benessere degli appartenenti alla terza età dimoranti nella cittadina.

L’ incontro pubblico, aperto a tutti, è il settimo dallo scorso giugno di una serie volta al confronto ed informazione alla cittadinanza nel pieno rispetto della trasparenza e del concetto di cittadinanza attiva.

 

Il Barattolo dell’Emergenza Lions: come funziona

Una nota di particolare importanza che preme qui sottolineare è che, tramite questo “service”, il Lions Club che l’ha ideato opera sul territorio in sinergia con altri enti ed associazioni (Croce Rossa Italiana, Amministrazioni Comunali, Distretto Sociosanitari, medici di base e ASL, Associazioni di volontariato) creando una rete di servizio di cui rimane comunque sempre il capofila.

In piena collaborazione con le istituzioni locali, si sviluppa un sistema semplice ed efficace di supporto nell’emergenza medica inizialmente a protezione delle fasce più deboli della popolazione in particolare anziani, disabili che vivono soli, malati cronici ma potenzialmente estensibile a tutti i residenti.

Il Barattolo dell’Emergenza Lions contiene una piccola scheda informativa redatta dal medico curante di base, con le comunicazioni più importanti per i primi soccorritori ed il personale medico dell’emergenza che dovrà poi assistere il soggetto , scheda immediatamente reperibile perché posizionata nel frigorifero di casa (ambiente quasi sempre disponibile e protetto da fuoco, esplosioni etc.). La scheda contiene note sulle principali patologie pregresse e croniche, i farmaci assunti e quelli abituali, i dosaggi degli stessi, le allergie, le persone di riferimento da chiamare ecc.

Sulla parte interna della porta di casa e sullo sportello del frigo vengono posti adesivi speciali (con logo Lions) che contrassegnano le famiglie aderenti al progetto. In maniera rapida, i soccorritori potranno cosi accedere a dati essenziali, specie in caso di persone ritrovate sole e non in grado di riferire su se stesse.

Informati gli operatori del 112 e del Pronto Soccorso e tutte le Pubbliche Assistenze del territorio, il sistema è in fase di attuazione nel territorio nazionale.

Il costo del materiale (peraltro molto limitato, circa 1,20 € a barattolo) viene sostenuto dal Lions Club, mentre i Servizi Sociali dei Comuni, insieme alle direzioni dei Distretti Sociosanitari coinvolte, organizzano la campagna di informazione e la distribuzione dei barattoli.

Non ultimi, i medici di base operanti sul territorio, collaborano alla gestione del materiale per i loro pazienti e alla compilazione delle informazioni mediche presenti nella scheda.

Le Associazioni di volontariato che si occupano degli anziani (Auser, Filo d’Argento ecc) concorrono alla diffusione del progetto.

Il Barattolo dell’Emergenza dei Lions, molto vivace visivamente, con i colori e il logo associativo del Lions Club, entra nelle case dei nostri cittadini più fragili.

Come si può ben notare, un’idea molto semplice, non tecnologica, compresa facilmente da tutti, adatta agli anziani, ma che, se ben gestita, potrebbe dare risultati interessanti per le fasce di persone più deboli che, in caso di bisogno, troverebbero in questo semplice barattolo, un valido aiuto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.