Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#Sanremo2019, Boomdabash: “‘Per un milione’ parla dell’attesa dell’amore” foto

"E' un brano molto ritmato che speriamo farà ballare"

Sanremo. “Il nostro brano si chiama “Per un milione”. E’ un brano molto ritmato che speriamo farà ballare. Il testo parla con un linguaggio volutamente molto semplice per essere comprensibile a tutti. Parla dell’attesa dell’amore, descrive le dinamiche degli affetti che fanno parte della dinamica di tutti noi – afferma Boomdabash, una delle migliori raggae band d’Italia - Il messaggio del testo: riuscire a ripartire dalla capacità di riuscire a guardare solo verso il bene e spostare l’odio dagli occhi”.

“Abbiamo scelto la collaborazione con Loredana Bertè perché siamo suoi fan” - dice la band che ha realizzato il singolo “Non ti dico no” con Loredana Bertè, già certificato dalla Fimi disco platino, è stato il brano in assoluto più trasmesso dalle radio italiane nel 2018 aggiudicandosi la vetta della Top 100 of the year 2018. “La forza che ha Loredana Bertè viene dalla musica. Noi abbiamo scoperto che prende forza dalla grandissima emozione che riceve dalla musica. Il consiglio che ci ha dato è: “siate devoti alla musica”. E’ il miglior consiglio che si possa dare ad un artista all’inizio della sua carriera”. Loredana parteciperà insieme a Jack La Furia e Fibra al prossimo show.

“Cerchiamo di far vincere la canzone, non c’è contrasto o sfida. La musica unisce” – commentano i ragazzi riguardo alla sfida che inizierà da stasera con l’inizio del Festival di Sanremo. D’origine salentina nascono nel lontano 2002 come classico jamaican sound system, fondato da Blazon, attuale dejay e produttore del quartetto. Progressivamente i Boomdabash cambiano connotati percorrendo un sentiero in evoluzione artistica che sfocia nella realizzazione del primo lavoro ufficiale: Uno. Presto diventano un gruppo musicale a tutti gli effetti. Blazon, Biggie Bash e Payà insieme a mr. Ketra, talentuoso beatmaker abruzzese, iniziano attivamente e con maggiore coscienza la loro avventura nella raggae music. “Noi veniamo dalle piccole feste formate da venti persone, sappiamo cosa significa attirare tutti. Abbiamo iniziato dalle dance soul, pizzica salentina e con il raggae, che sta prendendo piede sempre di più. Ogni membro ha un genere musicale diverso da quello che facciamo insieme. Ascoltiamo tanta musica diversa perciò mettiamo insieme tutte le influenze”.

Il disco d’esordio riscuote un feedback tanto grande quanto inaspettato. Il progetto colpisce per la freschezza dello stile, il modo innovativo di guardare al reggae, le produzioni ricercate e la scelta di esprimersi e comunicare utilizzando due lingue: il patois giamaicano e il dialetto salentino. Ciò consacra i quattro ragazzi del sud come una delle più solide e apprezzate realtà della penisola.

Negli anni vengono apprezzati per la duttilità musicale, l’attenzione verso il sociale e la capacità di innovarsi e rinnovarsi. Nel 2011 pubblicano il secondo progetto discografico “Made in Italy”, anticipato dalla hit track “Murder” che porta la band alla vittoria dell’MTV New Generation sul palco degli Mtv Days a Torino.

Successivamente iniziano un tour di due anni attraverso tutta l’Italia con oltre 100 date. “Made in Italy” diventa così il prodotto più rappresentativo della reggae band salentina, in quanto nato dal loro processo di maturazione e crescita artistica. Il disco è carico delle influenze musicali più diverse ma mantiene un inconfondibile aroma di reggae.

Nel giugno del 2012 entra in rotazione radiofonica un altro successo nazionale “Danger”, che in poco tempo diventa una delle hit più ballate dell’estate. Nell’ottobre del 2012 arriva la vera svolta con l’Hitweek Festival, dove insieme ad alcuni big della musica italiana, come i Subsonica e i Negrita, rappresentano l’Italia in un tour che tocca gli Stati Uniti, New York e Miami. Una meravigliosa esperienza che si trasforma in un’opportunità per esportare il loro sound in America.

Rientrati in Italia pubblicano il singolo “The Message”, il cui street video viene girato  tra Manhattan e Brooklyn insieme a dj Double S. E’ il primo singolo del terzo disco “Superheroes”, che entra sin dal primo giorno nella top ten dei dischi più venduti di iTunes Italia. Nel 2014 presentano “L’importante”, che vede la partecipazione dello storico gruppo romano “Otto Ohm” entrando da subito in top ten della classifica generale di iTunes Italia e rimanendo ben saldi in prima posizione della classifica reggae dello stesso store per più di sei mesi. Nel 2014 la band parte con il nuovo tour estivo “Mammalacapu Summer Tour” che li vede impegnati in 24 ripetizioni dello spettacolo in giro per l’Italia. Il 2015 è stato un anno ricco di novità per loro: presentano il singolo “Un attimo”, il cui video è interamente girato nella casa circondariale Borgo S. Nicola di Lecce. Esce poi il quarto lavoro discografico della band dal titolo “Radio Revolution”. Dopo il tour estivo esce “Portami con te” che da subito è stato un grande successo. Tra i progetti futuri svelano: “Ci piacerebbe fare pezzi reggae”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.