Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, la senatrice Borgonzoni (Lega) ed il governatore Toti (FI) ospiti del candidato sindaco Tommasini fotogallery

Point elettorale gremito

Sanremo. Ancora due ospiti importanti sono passati oggi dal point elettorale di Sergio Tommasini, del “Gruppo dei 100”, candidato sindaco del centrodestra alle prossime elezioni amministrative.
La prima ad arrivare, in ordine temporale è Lucia Borgonzoni, senatrice leghista e sottosegretario ai Beni Culturali.

riviera24 -  Borgonzoni Toti  Tommasini

’Sono sempre onorata di andare dove c’è un candidato sindaco – spiega l’esponente del Carroccio – poiché è un ruolo che ti dà tante soddisfazioni. Bello perché si riesce ad avere un rapporto diretto con le persone, si deve avere la pazienza di ascoltare tutto e non puoi permetterti di sbagliare. Rispetto chiunque lo faccia, è per questo che ho accettato il mio invito qui. Ci sono in programma dei finanziamenti sul cimitero monumentale alla foce, dato che erano nate diverse polemiche. Ci saranno i finanziamenti per l’ex carcere che continueranno ad arrivare sino al 2020. Ritengo che Sanremo ha bisogno di cambiare perché è un peccato vederla poco amata, perché ha tantissimo potenziale. Stiamo rivedendo come investire quei soldi e con un sindaco che vuole più bene a Sanremo potremmo fare delle grandi cose. Strutture bellissime e strutture abbandonate come la vecchia stazione. Ci auguriamo che i nostri progetti vadano avanti, poiché un sindaco ha il potere di fare tante cose e deve avere la sensibilità di aiutare chi vive qua’’.

Prende la parola Sergio Tommasini:‘’Lucia è la prima volta che è venuta a Sanremo, quindi non è una sensazione politica quella che ha avuto, ma reale. Quando ci dicono che la città è pulita,li invito a venire qui alle 5 del mattino a vedere. Io da cittadino amo tutta la città, sto girando tutti i quartieri per ascoltare. Noi tutti uniti, abbiamo una bella coalizione formata da una lista civica, abbiamo la lega, forza italia, fratelli d’Italia, una bella squadra, umile’’.

Il secondo politico ad approdare al point elettorale, come il primo in leggero ritardo a causa della folla che gremisce Sanremo in questi giorni di Festival, è il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti, di Forza Italia: “E’ una candidatura coraggiosa, una candidatura che viene dalla società civile – spiega l’amministratore regionale parlando di Tommasini – che i partiti di questa città hanno voluto sostenere prendendo un esponente che non verrebbe direttamente da un partito, ma è un percorso che auspico da molto tempo dai partiti a livello nazionale, la capacità di aprirsi alle migliori istanze del territorio, di rinnovare la classe dirigente di scegliere persone provenienti dalla società civile, che hanno voglia di dedicare la loro vita al bene pubblica, e non è una cosa troppo scontata in questo momento. Credo sia una candidatura di assoluto rispetto, per le istanze di novità che porta, per la capacità alla maturità di partiti di saperla cogliere e sostenere e per l’osmosi che ha creato tra le forze politiche di questa città. Penso che sia assolutamente una candidatura non solo buona per Sanremo ma per quello che i partiti dovrebbero imparare a fare a livello nazionale. C’è esattamente quello che ho detto sino ad oggi, la volontà di costruir un centro destra, dove le gambe dei partiti sono un pezzo, la volontà di far tornare a votare tante persone, coloro che hanno perso la fiducia. La capacità di rinnovare la classe dirigente senza imporre necessariamente o rivendicare per singole assolutamente legittime istanze politiche dei partiti, le candidature o le principali poltrone. C’è un interesse della parte civile di occuparsi di politica. Il centro destra nel 2009 contava circa il 40 per cento di questo paese, oggi il centro destra conta poco meno del 37 per cento con molti elettori che si sono astenuti, molti che si sono rifugiati in altri partiti, penso che questa candidatura come molte altre candidatura auspico possa accadere in Italia in qualche modo possano dare modo ai partiti di riflettere e tornare ad allargarsi ad aprirsi a considerare la società civile, ciò che abbiamo fatto in questa regione. Questa non è una regione culturalmente di entro destra, se no non avremmo perso per lungo tempo le elezioni da lungo tempo, vinciamo le elezioni perché come a La Spezia a Genova, siamo stati capaci ad aprirci e dare una casa a tutte le persone di buon senso che volevano occuparsi di politica, cosa che finalmente accadrà anche a Sanremo. Il logo del nuovo movimento lo metteremo alle elezioni regionali Tutti i partiti che sono sulla scheda di Sergio Tommasini, sono partiti in cui mi riconosco”. 

‘’Il presidente Toti ha ribaltato il colore politico di questa regione, perché la presa che era del 30 per centro oggi siamo oltre il 70 per cento, sta lavorando in maniera importante stando vicino a tutti i comuni della regione che sono oltre 250, quindi io sono sicuro di avere una grande squadra alle spalle e lavoreremo per il bene della città, penso che oggi Sanremo abbiamo espresso che non sta andando nella direzione giusta per questo il nostro obbiettivo sarà cambiare passo con una grande squadra’’ dice Tommasini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.