Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

San Valentino, Coldiretti: “Per questa giornata scegliere fiori ‘Made in Liguria'”

"Il settore florovivaistico ligure conta 3.200 aziende di fiori e piante ornamentali in provincia di Imperia"

Genova. Dalle rose rosse per la passione alle margherite bianche per l’amore puro, dalla mimosa simbolo di femminilità fino alla gerbera rosa per l’amore sincero: per la festa degli innamorati il linguaggio dei fiori si conferma il più gettonato, scelto da oltre un italiano su tre (34%) per la propria compagna, mentre il 42% delle persone ha deciso di non scambiarsi regali materiale, e una piccola parte si regalerà cioccolatini, gioielli o capi d’abbigliamento.

Dirlo con un fiore però non è affatto semplice e l’equivoco è dietro l’angolo, per questo bisogna rivolgersi agli esperti del settore per non rischiare di rovinare la festa a nessuno. E per chi si imbatte nel classico mazzo di rose deve assicurarsi che sia sempre composto da un numero dispari di fiori mentre per il colore deve scegliere rosso per passione ardente, bianco per l’amore puro e spirituale, mentre il color corallo per rivelare il desiderio. Ma non ci sono solo le rose come fiori degli innamorati e i liguri più originali possono scegliere anche il ranuncolo che simboleggia bellezza malinconica, le margherite che indicano il sentimento puro, le primule che rispecchino la rinascita e la giovinezza, le gerbere che se scelte arancioni sono simbolo della gioia e dell’allegria mentre quelle di colore rosa sono il simbolo dell’ammirazione sincera. Ma anche le fronde ornamentali hanno un loro significato nascosto: la mimosa, il fiore della Festa della donna, ad esempio è simbolo di estrema femminilità, mentre la ginestra, che nella varietà bianca assomiglia al velo da sposa, indica l’amore casto e puro. Tanti fiori che nella nostra regione si possono scegliere grazie al lavoro dei florovivaisti che portano avanti questa coltura tradizionale da generazioni, adattandola al mercato moderno.

“Il settore florovivaistico ligure – affermano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il delegato confederale Bruno Rivarossa è un comparto storico della nostra economia, che si concentra per il 95% tra le province di Imperia e Savona, e che ad oggi conta 3.200 aziende di fiori e piante ornamentali in provincia di Imperia e circa mille nella provincia di Savona. Negli anni le produzioni sono state reindirizzate per rispondere alle nuove esigenze del territorio e del mercato, con produzioni che oggi vanno dai ranuncoli e anemoni, alla mimosa, margherite, gerbere, verde e fronde ornamentali.

Nonostante la grave crisi che l’ha colpito nel 2010, dove il numero di aziende produttrici si era ridotto della metà, è un settore che ha riconquistato la sua vitalità e notorietà, riottenendo il posto che merita sul mercato floricolo italiano e internazionale. In occasione della festa degli innamorati, e per tutte le altre occasioni dell’anno, acquistare fiori liguri significa contribuire alla valorizzazione del territorio e alla salvaguardia dell’ambiente, e contribuire a sostenere un settore che, a livello nazionale, conta 27mila aziende con 100mila addetti e vale complessivamente 2,5 miliardi di euro. I fiori liguri, e italiani in generale, sono senza dubbio i più profumati, non solo perché non devono affrontare lunghi viaggi come invece avviene per quelli stranieri che arrivano meno freschi alla meta, ma anche perché molti produttori sono impegnati a selezionare varietà che regalano profumi più intensi e caratteristici”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.