L’assessore Oneglio: “In arrivo un software per stanare chi affitta le case vacanza in nero”

Di ritorno dalla Bit di Milano, il sistema sarà presto in dotazione alla Polizia municipale del capoluogo

Imperia. “Non si tratta semplicemente della lotta all’evasione della tassa di soggiorno, ma della volontà di affermare principio del rispetto delle regole a tutela del cliente, di chi opera correttamente del buon nome stesso della città”. Così si esprime,  annunciando che per gli abusivi della casa in affitto il tempo è scaduto,  l’assessore al Turismo della giunta Scajola Gianmarco Oneglio di ritorno dalla Bit di Milano dove si è recato anche per intessere contatti con grandi catene alberghiere interessate al territorio e per reperire nuovi canali di promozione.

.

Questo sistema informatico -sottolinea Oneglio – è in grado di incrociare i dati prelevandoli dai siti di booking, di prenotazione on line e anche dalle recensioni sul web con l’elenco delle strutture autorizzate dalla Regione, scovando gli abusivi”.

Il software sarà in dotazione alla Polizia municipale che fornirà le verifiche all’Ufficio tributi di Palazzo civico e all’autorità giudiziaria.