Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dragon’s week, secondo piazzamento per Yanex di Giseppe Duca con a bordo il sanremese Vittorio Zaoli foto

Un gran finale col botto: tre prove solo nell'ultima giornata di regate

Sanremo. Del resto domenica mattina Alassio si è svegliata sotto un assolato cielo azzurro ma anche con le condizioni di mare e vento ideali per dare il meglio.

Alle 10,30 circa il Comitato di Regata era pronto a dare il primo start. Via alle prime due regate con un vento tramontana regolare tra i 14 e i 16 nodi che ha permesso di posizionare il campo proprio nel cuore della Baia di Alassio.

Nel primo pomeriggio il vento è poi saltato a sud est, rinforzando di un paio di nodi. Il tempo di riposizionare il campo e via allo start della terza prova di giornata, la sesta della Dragon’s Week che, ai fine della classifica, ha permesso lo scarto di uno dei sei risultati.

Conti alla mano i leader della tre giorni alassina sono stati i russi a bordo di Annapurna, ovvero Anatoly Loginov, Vadim Statsenko e Alexander Shalagin, già sesti all’ultimo Campionato Mondiale di categoria. Secondo piazzamento per Yanex di Giseppe Duca con a bordo il sanremese Vittorio Zaoli. Podio anche per Marcus Brennecke su Cameleer cui, solo per pochissimi punti, non è riuscita l’impresa di bissare il successo dello scorso anno.

“Una classifica strettissima – commenta Ennio Pogliano, presidente del Cnam Alassio – a conferma dell’altissimo valore degli equipaggi che, soprattutto nei primi due giorni di regate, hanno dovuto fronteggiare condizioni di mare e vento spesso al limite”.

Casa Alassio ha fatto da catalizzatore degli eventi a terra: skipper meeting, il tradizionale pasta party all’arrivo dalle prove e soprattutto la splendida serata che il Cnam Alassio ha organizzato per accogliere i propri ospiti, sabato sera.
“Crediamo molto in questo evento – spiega ancora Pogliano – Poche barche a vela sono così eleganti e nonostante i suoi oltre 80 anni, i Dragoni restano una delle barche a chiglia più stimate del mondo. Quest’anno abbiamo confermato i numeri dello scorso anno, l’obbiettivo è crescere insieme a loro, facendo della tappa alassina un punto di riferimento della classe. Da parte nostra, fin d’ora, l’impegno affinchè qui possano trovare le migliori condizioni sia in mare, sia a terra”.

“Quella che si sta creando anche intorno alla vela – aggiunge Roberta Zucchinetti, consigliera incaricata allo sport del Comune di Alassio - è una fattiva sinergia delle realtà economiche, associative, produttive locali affinchè, facendo sistema si possa amplificare l’impegno di ognuno. La stessa Casa Alassio è il frutto della sinergia di numerosi attori: dalla Marina di Alassio, società a capitale principalmente comunale, ai numerosi privati che hanno sostenuto l’iniziativa. Credo sia questo il modo per valorizzare la nostra città, per allungarne la stagione turistica e per diventare, anche attraverso la velo e lo sport in genere, polo attrattivo di un turismo di livello”.

“Grazie dunque – conferma Pogliano - ad Home Partner Consulting, al Frantoio Armato, ma anche al Residence Le Terrazze, al Ristorante Gramsci, alla Pasticceria Canepa, alle Cantine Bersano e a Gill: gradite conferme di collaborazione che si aggiungono a nuovi partner che ci hanno aiutato a fare di questa tre giorni un’esperienza indimenticabile per chi vi ha preso parte”.

Archiviata, ma solo per ora, l’esperienza dei Dragoni, il CNAM Alassio si prepara a una due giorni davvero intensa come sempre accade per il Meeting Internazionale della Gioventù, che giunge quest’anno alla sua 49° edizione: una delle più antiche della flotta.

Sabato e domenica 2 e 3 marzo sarà il momento degli Optimist, delle piccole derive e dei giovanissimi – ma non meno combattivi – velisti provenienti da tutto il Paese. Due giorni di prove, eventualmente con batterie sea seconda del numero di iscritti e delle condizioni meteo marine e un speciale trofeo: il Trofeo Nemo che nasce dalla collaborazione del Circolo Nautico “Al Mare” di Alassio con lo Yacht Club Sanremo, lo Yacht Club Imperia e lo Yacht Club Porto Maurizio.

Tra i piccoli atleti che parteciperanno al 34° Meeting Internazionale del Mediterraneo, alla 47° combinata Vela Sci e al 49° Meeting Internazionale della Gioventù e che saranno presenti al giorno dell’estrazione, proprio durante la premiazione del Meeting di Alassio, verrà messo in palio un Optimist e un Rig completo che sarà affidato al giovane atleta estratto, ma rimarrà di proprietà del suo Circolo di appartenenza. Inoltre verrà stilata una classifica speciale calcolata sulla base della somma dei risultati delle tre singole regate con premi particolari. Pochi giorni, dunque, e sarà di nuovo spettacolo delle vele ad Alassio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.