Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Davanti al Gup i presunti responsabili del naufragio Norman Atlantic. Tra le vittime un imperiese

Osman Omer Delice, un artigiano di nazionalità turca imperiese di adozione difeso dall'avvocato Tito Schivo

Imperia. Sono state fissate davanti al Gup del tribunale di Bari a partire dal 6 maggio le udienze  preliminari a carico degli indagati per il naufragio del traghetto “Norman Atlantic” avvenuto tra la Grecia e Ancona il 28 dicembre 2014 durante le feste di Natale.  Tra le parti lese, sopravvissuto per miracolo, c’è Osman Omer Delice un artigiano di nazionalità turca imperiese di adozione difeso dall’avvocato Tito Schivo. (foto)

L’artigiano si trovava a bordo della nave quando trascorse poche ore di navigazione era scoppiato un incendio a seguito del quale la sua auto era andata completamente distrutta così come tutto il bagaglio e i documenti. La nave era stata trainata a Brindisi. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.