Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dal Festival 2019 il presidente di Area Sanremo Tim: «I giovani sono il futuro della musica» foto

Maurizio Caridi traccia un bilancio del contest che porta i giovani cantanti all'Ariston

Sanremo. «I giovani sono il futuro e Area Sanremo è il solo concorso che dà la possibilità ai giovani di salire sul palco del teatro Artiston direttamente dalla strada, dalle cantine, dai luoghi in cui si fa musica». Così il presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo e di Area Sanremo Tim, Maurizio Caridi, dalla sala stampa del 69° Festival della canzone italiana, dove questa mattina ha tracciato un bilancio del contest musicale.

«I giovani sono il nostro orgoglio – ha sottolineato Caridi che ha aggiunto –. Per il secondo anno consecutivo Area Sanremo ha registrato un notevole numero di iscritti: 2322 ragazzi, che in 123 tappe, svoltesi su tutto il territorio nazionale e all’estero, e attraverso 7 finali regionali/interregionali, hanno portato in gara a Sanremo 870 canzoni inedite che, calcolando anche gruppi e band, equivalgono a circa 1000 persone».

Tante le novità che hanno caratterizzato l’edizione 2018 di Area Sanremo, tra cui l’iscrizione gratuita, fortemente voluta dall’amministrazione comunale della Città dei Fiori e introdotta grazie al supporto dello sponsor Tim, oltreché corsi/stage dedicati con grandi professionisti al Palafiori di corso Garibaldi che l’organizzazione auspica già il prossimo anno di inserire all’interno di una vera e propria accademia della canzone sanremese. 

La fase finale del concorso si è invece svolta al Teatro dell’Opera del Casinò all’inizio di novembre, dove sono stati incoronati vincitori 25 giovani artisti: Sisma (duo), Pietro Peloso, Antony e Vittorio Conte, Rosanna Altieri, Gianluca Giannoria Malavoglia, Elena Pardini, Giulia Vestri, Giovanni Segreti Brunno, Francesca Miola, Mariarca Panico, Francesco Brunelli in arte Goji, Destema (gruppo), Valentina Martucci, il duo Adabel, Fedrix & Fleur, Mescalina (band), Riccardo Guglielmi, Martina Di Fonte, Alessia Pelliccia, Roberto Saita, Daudia, Francesca Calì, Francesco Occhipinti, Annamaria Rubino e Valentina Curzi.

Di questo lungo elenco, sei hanno poi superato la selezione della Commissione Rai presieduta del direttore artistico di Sanremo 2019, Claudio Baglioni, che si sono aggiunti al cast di Sanremo Giovani.

Forte infatti il legame con la kermesse canora, che in questi giorni, fino a sabato, sta vedendo i 25 finalisti riempire con la loro musica Casa Siae, in piazza Colombo.

Oltre al presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo e di Area Sanremo Tim, Caridi, alla conferenza stampa erano presenti: il presidente di Radio Italia, Mario Volanti; il direttore artistico, Massimo Cotto; i membri della “Commissione di valutazione”, Antonio Vandoni (direttore artistico e musicale di Radio Italia), il maestro Enzo Campagnoli, il maestro Gianni Testa ed il conduttore radiofonico Maurilio Giordana. Non mancavano il presidente di Anteros Produzioni, organizzatrice di Area Sanremo Tour 2018, Nazzareno Nazziconi; il presidente di CPM Music Institute, che ha curato i corsi e gli stages dell’ultima edizione, Franco Mussida; il fondatore e presidente di Lexmedia, Roberto D’Onofrio, che ha curato la promozione della manifestazione. Presenti anche i ragazzi della band Deschema, finalisti di Area Sanremo 2018, che si sono aggiudicati il diritto a partecipare al Sanremo Giovani Word Tour 2019.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.