Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Corteo storico di San Benedetto, colori ed emozioni antiche a Taggia fotogallery

San Sebastiano, San Dalmazzo, Trinità, Pantano, Piazza Nuova, Orso, Santa Lucia, Pozzo e Paraxio i nove rioni in gara

Dopo il fascino della rievocazione della Grande Battaglia andata in scena ieri in piazza della Trinità, anche oggi Taggia rivive il fascino del passato.

riviera24-Taggia guarda sfilare il suo Corteo Storico

Questa mattina piazze e carruggi sono tornati indietro nel tempo con le ambientazioni della vita contadina del XVII secolo. Un viaggio fra storia e leggenda che, con protagonisti 500 cittadini in splendidi abiti medievali, è poi culminato nell’esibizione militare di gruppi storici e sbandieratori fino al suggestivo corteo storico.

Da piazza Colletto, l’antico borgo si è così riempito dei colori e delle emozioni della tradizionale sfilata con le rappresentanze delle antiche autorità. Quindi i musici con costumi del 1300; i rappresentanti del Senato Genovese con il commissario Jacopo Giustiniani; il Vescovo di Albenga Per Francesco Costa con la corte; il Gonfalone civico con scorta armata; il Podestà Sebastiano Centurione; il Priore Giovanni Ardizzone e gli Anziani del popolo Cristoforo Curlo, Pietro Revello, Gregorio Anfosso e Giò Vincenzo Ardissone; il Cancelliere Vincenzo Bertorello. E poi ancora i rioni con bambini,nobili, armigeri, cavalieri e servi.


(Video-intervista al sindaco Mario Conio)

San Sebastiano, San Dalmazzo, Trinità, Pantano, Piazza Nuova, Orso, Santa Lucia, Pozzo e Paraxio i nove rioni in gara che dopo la lettura delle delibere saranno premiati in piazza Cavour. Anche quest’anno, a decretare i vincitori sarà una giuria di qualità composta da: il critico e studioso Enzo Storico, la costumista Elisabetta Gnignera, il regista Roberto Lippolis, nonché Caterina Pagnini e Luigi Nepi, docenti, rispettivamente, di Storia della danza e di Critica cinematografica all’Università di Firenze.

Sono passati quasi quattro secoli da quando il popolo di Taggia decise di ringraziare con una grande festa San Benedetto Revelli, vescovo di Albenga e protettore della città, ma le celebrazioni in suo onore non smettono di affascinare grandi e piccini. E anche oggi, complice il caldo sole, per quella che è considerata una delle più belle manifestazioni in costumi d’epoca d’Italia, sono arrivati tantissimi spettatori, soprattutto famiglie provenienti da ogni località dell’Imperiese nonché dal basso Piemonte e dalla vicina Francia.

Non è mancata la visita del governatore di Regione Liguria Giovanni Toti che ha colto l’occasione per sottolineare il valore di questa tipologia di eventi: «Le manifestazioni storiche sono importanti perché ci ricordano le nostre tradizioni, la nostra storia chi eravamo e come eravamo. Sono importanti perché, come questa di Taggia dimostrare, tanti cittadini si impegnano con grande rigore, passione e spirito di comunità per contribuire alla riuscita di un evento che, nel caso specifico, sta andando verso il 40esimo, quindi verso la seconda generazione. Penso che per i turisti della Riviera di Ponente (ma non solo), conoscere la storia di questi territori sia un modo per apprezzarli ancora di più. Una bella occasione per stare insieme».


(Video-intervista al governatore Giovanni Toti)

Tanto entusiasmo e tanta soddisfazione soprattutto per il sindaco Mario Conio, il quale, tracciando un bilancio più che positivo sulla due giorni dedicata a San Benedetto ha sottolineato: «È sotto gli occhi di tutti il grande favore di pubblico che questa manifestazione sta conoscendo. È una manifestazione che cresce per la quantità dei numeri che propone e per la qualità dello spettacolo che viene offerto. Adesso la grande sfida è arrivare a una 40esima edizione, numero che da il senso di quanto l’evento sia radicato, con tante idee nuove che sappiano guardare anche alla modernità».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.