Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Santo Stefano al Mare, al via un corso gratuito sul tema del compostaggio domestico foto

Organizzato dal comune in collaborazione con il centro di formazione “G. Pastore” di Imperia e Amaie Energia e Servizi srl

Santo Stefano al Mare. Venerdì 25 gennaio alle 21 presso la sala Polivalente in Lungomare C. Colombo 76, il Comune in collaborazione con il Centro di Formazione “G. Pastore” di Imperia e Amaie Energia e Servizi srl organizza un corso, completamente gratuito, sul tema del compostaggio domestico.

“Il corso – spiega il sindaco di Santo Stefano al Mare Elio Di Placido - verrà tenuto dai tecnici del Centro di
Formazione Pastore che spiegheranno cos’è il compostaggio, come e dove si può fare, quali benefici si possono ricavare e cosa e come inserire nella compostiera per ottenere un compost di qualità. 

“I rifiuti sono un problema che riguarda noi e l’ambiente” – dice il vicesindaco Francesca Notari – con la raccolta
differenziata possiamo ridurre i rifiuti da smaltire a favore dell’ambiente. Per questo durante il corso verranno trattate anche le corrette modalità di gestione di tutte le matrici con particolare attenzione ai rifiuti organici e al compostaggio domestico. Inoltre durante il corso sarà possibile ritirare la compostiera per tutti gli utenti che ne hanno fatto domanda oppure riempire il modulo per farne richiesta”.

Banner compostaggio

“Invitiamo quindi tutti i cittadini interessati ad avere o a ritirare la compostiera oltre a tutti quelli incuriositi
dall’argomento a partecipare al corso” – conclude Mario Casella amministratore del Centro di Formazione. “Il
compostaggio è un processo naturale. I rifiuti organici, da quelli della cucina a quelli del giardino, costituiscono circa un terzo dei rifiuti domestici. Non è quindi un problema da poco quello che potremmo risolvere con il compostaggio. Per questo invitiamo tutti gli interessati a partecipare e a diffondere questa buona pratica che permette anche un risparmio interessante. A chi ha già fatto domanda verrà riconosciuto uno sgravio fiscale del 15% sulla parte variabile della Tari per l’anno 2019”. Partecipate numerosi perché il tempo di fare la storia è adesso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.