Quantcast
I soccorsi

Barca affondata a Bordighera. Recuperata da camion-gru fotogallery

Indagini in corso da parte della Capitaneria di Porto

Bordighera. Due camion-gru della ditta Tesorini hanno riportato a galla il peschereccio “Teresa I” affondato nella notte tra sabato e domenica nel porto di Bordighera, dove era ormeggiato.
 Le operazioni di recupero del natante, un’imbarcazione cabinata lunga circa 10 metri, hanno visto impegnato anche un sub che ha assicurato lo scafo a delle funi, per poi agganciarle alle gru.

Hanno assistito alle manovre i militari della Capitaneria di Porto, agenti della polizia locale, carabinieri, l’assessore con delega al Porto Marco Laganà e molti pescatori, colleghi di Gabriele P., il proprietario dell’imbarcazione. Oltre ad assistere alle operazioni di riemersione del peschereccio, l’assessore Laganà è intervenuto personalmente alle 2,30 della scorsa notte per mettere in sicurezza la barriera anti-inquinamento realizzata ieri e che, a causa delle condizioni meteo avverse, aveva subito un parziale spostamento della linea di difesa del porto, mettendo in pericolo flora e fauna marina per la possibile fuoriuscita di gasolio.

Le indagini della Capitaneria di Porto faranno luce sulla causa dell’affondamento. Al momento nessuna ipotesi è esclusa: dal guasto tecnico che ha portato il natante a imbarcare acqua, al dolo.

leggi anche
Riviera24- Imbarcazione affonda porto Bordighera
Il caso
Peschereccio affondato a Bordighera, non è escluso l’attentato
Riviera24- Imbarcazione affonda porto Bordighera
L'episodio
Peschereccio affondato nel porto di Bordighera: si indaga sulle cause
commenta