Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, l’ordinanza più temuta è quella anti-slot. La più ignorata? Quella del rispetto per l’ambiente

Ancora tanti i "furbetti dei rifiuti": c'è chi getta a caso i sacchetti della spazzatura e chi abbandona mobili ed elettrodomestici

Più informazioni su

Ventimiglia. Novanta sanzioni per abbandono di rifiuti dal 1 gennaio ad oggi sul territorio di Ventimiglia. I “furbetti della spazzatura”, nella città di confine, arrivano anche dalla Francia: sono diversi, infatti, i casi di ditte francesi che, utilizzando furgoncini di loro proprietà, scelgono Ventimiglia per scaricare rifiuti aziendali e scarti di lavorazione. Ma gli incivili sono anche italiani, sia imprese che privati. Dal divano al materasso, passando per ogni tipo di mobile ed elettrodomestico: in determinate zone della città, soprattutto quelle più periferiche, si trova di tutto. Anche se, è doveroso ricordarlo, per smaltire i rifiuti più ingombrati, i residenti possono telefonare alla sede ventimigliese della Docks Lanterna, la ditta che gestisce l’igiene urbana in città, e chiedere il ritiro di elettrodomestici o mobili direttamente a casa.

A sanzionare chi inquina è la polizia locale che, attraverso le telecamere di videosorveglianza presenti in città, spesso riesce ad individuare chi abbandona i rifiuti.
Per i privati le multe vanno dai 50 ai 500 euro, mentre per le ditte le sanzioni possono superare i 600 euro a seconda del tipo di rifiuto lasciato in strada.

Numerose anche le multe che i residenti ricevono quando lasciano l’auto parcheggiata nelle vie cittadine nei giorni in cui è previsto il lavaggio serale di strade e marciapiedi. “Ogni volta”, fa sapere la polizia locale, “Sono almeno quindici le auto rimosse e una ventina i mezzi complessivamente sanzionati”. Nonostante il servizio sia ormai entrato in pieno vigore e nonostante la segnaletica apposta per indicare l’imminente spaiamento e lavaggio delle vie, nelle cinque zone in cui viene attuata la pulizia sono sempre numerose le auto lasciate in sosta. Una dimenticanza che costa cara ai proprietari dei mezzi.

L’ordinanza più rispettata sembra essere quella che limita l’accensione delle slot machine presenti in bar e tabaccherie del territorio comunale. Da quando, lo scorso 12 novembre, è entrata in vigore l’ordinanza sindacale, che vieta l’accensione delle slot dalle 7 del mattino alle 19 di sera, le infrazioni riscontrate sono solo tre.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.