Quantcast

San Romolo collegata all’acquedotto, dopo 25 anni finisce l’era delle autobotti fotogallery

Durante l'estate l'Amaie doveva trasportare l'acqua con i camion per non lasciare la frazione a secco

Sanremo. “Sono di destra ma devo dire che nessuna delle ultime amministrazione come questa si è impegnata per San Romolo. E dire che a votare, ormai, ci sono rimasto praticamente solo io”. Il miglior spot per il sindaco Biancheri arriva direttamente dallo storico titolare del ristorante Dall’Ava che ha così commentato, a braccio, l’inaugurazione che si è tenuta questa mattina del collegamento all’acquedotto della frazione di San Romolo.

Un’opera attesa da venticinque anni e che va garantire l’acqua tutto l’anno anche a Borello e Bevino, nelle quali località, durante l’estate e nei periodi di siccità, fino ad oggi dovevano intervenire le autobotti dell’Amaie per rifornire la cisterna che serve queste zone. Con un costo notevole per le casse di Palazzo Bellevue: infatti ogni anno il Comune doveva accantonare circa 60 mila euro per non lasciare a secco cittadini e turisti.

Nel progetto realizzato in compartecipazione con Amaie, del valore di 900 mila euro, sono stati pensati ed installati anche degli idranti antincendio sulla strada che da Pian della Castagna porta al piazzale.

Lungo la condotta che porta il tubo dell’acquedotto sono stati poi posizionati anche i canali della fibra ottica che presto collegherà le nuove telecamere di videosorveglianza previste negli incroci.

All’inaugurazione erano presenti molti dei consiglieri e assessori di maggioranza, il delegato alle frazioni Mario Robaldo capogruppo del PD e, ovviamente, il sindaco Biancheri che ha tracciato un bilancio di questi anni di mandato.

“Essere qui oggi è per portare un po’ di attenzione su quello che rappresenta nella storia di Sanremo la frazione di San Romolo, ha spiegato il primo cittadino nel suo discorso. Il bilancio non lo farò facendo l’elenco delle cose fatte, voglio dire che ci stiamo avvicinando al quinto anno, continuando a lavorare con massimo impegno.

Sono stati anni difficilissimi, nei quali in questi ultimi due anni abbiamo dato di tutto per portare nella nostra città cose che si aspettavano da decenni. Abbiamo cercato di mettere le basi per il presente e futuro della nostra città.

Ringrazio gli uffici comunali e la squadra, compatta, unita, perché quello che è prevalso sono stati gli obiettivi di questa amministrazione”.