Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quarta Domenica di Avvento, a Perinaldo si incontrano i popoli del mondo

Alcune nazioni saranno rappresentate anche da sacerdoti della diocesi di Ventimiglia e Sanremo

Più informazioni su

Perinaldo. Nel “paese delle stelle” gli ottocento residenti iscritti all’anagrafe rappresentano ventinove nazioni del mondo. La più rappresentata ovviamente è l’Italia ma poi lo sguardo si apre all’Europa con Austria, Belgio, Francia, Germania, Moldavia, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Romania, Slovenia, Svezia, Svizzera, Ucraina e Ungheria… si apre ancora di più e guarda al Mondo da Oriente, con Bangladesh, Pakistan e Russia all’Africa con Algeria, Senegal e Tunisia, fino all’America Latina con Brasile, Colombia, Ecuador e Uruguay e poi nuota all’Oceano Indiano con la Repubblica di Mauritius e ancora “qualche” bracciata fino all’Oceano Pacifico con la Repubblica delle Filippine.

Parrocchia Perinaldo

Alcune nazioni saranno rappresentate anche da sacerdoti della diocesi di Ventimiglia e San Remo, originari di diversi paesi del mondo. Ecco che così, con un uno sguardo ampio ed un volo di pensiero il mondo sembra più piccolo ed i suoi abitanti più vicini, è questo lo scopo della quarta Domenica di Avvento. Accogliere, avvicinare e riunire i rappresentanti di tutti questi paesi che per varie ragioni sono residenti a Perinaldo. Per un giorno ogni invitato sarà “ambasciatore” e avrà l’onore di rappresentare la propria nazione di origine.

Proprio domenica 23 dicembre, la scelta della data non è casuale. Il Vangelo del giorno ci parla della Visitazione, del viaggio che Maria compie per incontrare la cugina Elisabetta che la accoglie nella propria casa e la riconosce come colei che porta in sé l’adempimento dell’attesa, come colei che porta in sé il figlio di Dio. Non si racconta di un gesto di cortesia, ma il messaggio è più profondo. Si parla del mettersi in cammino, dell’incontro, dell’accoglienza e del fare spazio all’altro nella propria casa. Il viaggio obbliga ad uscire di casa, alla fatica e ad affrontare regioni montagnose, ma l’incontro e soprattutto l’accoglienza offerta dall’altro dà gioia e ristora dalle fatiche del cammino.

Ideatore ottimista e fautore instancabile dell’evento, il parroco del paese ospite oltre che parroco di Soldano e San Biagio, don Rito. Questo giovane sacerdote, pieno di carica e di coinvolgente entusiasmo, di mondo, di viaggi, di accoglienza e di integrazione ne sa. Proviene dall’America Latina, dalla Colombia e nella parrocchia cui era stato precedentemente assegnato era in terra di confine. Al confine con la Francia ma anche al confine con paesi lontani che sono confluiti a Ventimiglia. Insieme a lui, a rendere tutto questo possibile, un gruppo di intraprendenti volontari, ogni timore è spazzato via, ogni problema è risolto dal loro “spiritual trainer”, don Rito: «Abbiate fede! Vedrete riusciremo ad organizzare un giornata bellissima, come i nostri cuori che insieme lavorano per questo».

Collabora all’evento anche l’amministrazione comunale che mette a disposizione i locali del Municipio e le conoscenze del Sindaco che farà da guida nella visita del borgo. Per questa giornata di accoglienza le porte di tutte le chiese di Perinaldo saranno aperte al pubblico. Gli “ambasciatori per un giorno” saranno invitati alla Santa Messa e ad un pranzo che li vedrà seduti e riuniti intorno allo stesso tavolo per gustare un menù italiano. E’ solo incontrandosi che si impara a stare insieme, ad accogliere e ad essere accolti. Solo avvicinandosi, la paura ed il pregiudizio diventano voglia di scoprire e di conoscere luoghi, costumi ed usanze di posti lontani. Per capire un concetto così grande quale è l’accoglienza non occorre necessariamente fare chissà che cosa di speciale, basta aprire la porta, uscire e aderire ad un’iniziativa come questa.

Proprio in questi giorni le volontarie ed il parroco stanno percorrendo in lungo e in largo il territorio comunale per contattare ogni “ambasciatore per un giorno” residente a Perinaldo, contiamo in un’ampia ed allegra partecipazione.

Questo il programma della “Giornata dell’Accoglienza”:

ore 9,30 Santa Messa*, celebrata presso la Chiesa Parrocchiale di San Nicolò da Bari;
ore 10,30 visita guidata*, passeggiata per le vie e le Chiese del Borgo;
ore 12,00 visita alla Chiesa della Visitazione e della meridiana, con la guida e la spiegazione del suo realizzatore Giancarlo Bonini (chi vorrà partecipare dovrà recarsi sul posto con la propria macchina);
ore 12,15 aperitivo, presso la Sala Consigliare del Comune di Perinaldo;
ore 12,45 pranzo, nei locali del Comune di Perinaldo;
ore 16,00 itinerario musicale*, il coro dei ragazzi del catechismo canterà per le vie e nelle piazze del Paese; saranno messe in vendita le piante Stelle di Natale, il ricavato sarà devoluto alla “Fundacion Oasis de amor y paz ONG” in Colombia.

* La Santa Messa, delle 9,30; la visita guidata delle 11, con partenza dalla Piazza antistante la chiesa di San Nicolò e l’itinerario musicale del coro dei ragazzi del catechismo delle 16, con partenza dalla piazza Santa Croce, sono iniziative aperte a tutti quindi non solo ai rappresentanti dei vari paesi, ma anche a tutti i perinaldesi ed ai turisti di passaggio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.