Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ospedaletti, nello staff Orange arriva Fabio Vignaroli: è il nuovo direttore tecnico

I campioni d’inverno di Promozione si rafforzano con l'ingresso di un professionista del mondo del calcio

L’Ospedaletti campione d’inverno con 31 punti collezionati in 13 partite nella classifica di Promozione festeggia i risultati ottenuti e si concede un meritato regalo.
Ha infatti firmato in questi giorni il nuovo direttore tecnico Fabio Vignaroli, professionista di tutto rispetto – è stato giocatore della massima serie e della rappresentava nazionale, ex direttore sportivo della Sanremese che ha alzato la Coppa Italia d’Eccellenza –, da alcuni anni è un dirigente conteso dai migliori club.

Vignaroli entra a far parte a pieno titolo dello staff Orange con il compito di affiancare il direttore sportivo Roberto Borgese e il responsabile del settore giovanile José Espinal nella cura del “progetto giovani” che l’Ospedaletti sta tenacemente portando avanti in questi anni di forte rilancio della prima squadra e del proprio vivaio.

La sua esperienza è a disposizione della società, la quale continua costantemente ad investire nel miglioramento degli organi dirigenziali. E’ l’ennesimo potenziamento dello staff di questo 2018, dopo l’arrivo, ad inizio stagione, dei tecnici Teti e Lamberti a supporto di mister Alan Carlet.

Fabio Vignaroli commenta il nuovo incarico ricevuto dall’Ospedaletti

“Sono felice di poter offrire il mio contributo all’Ospedaletti, società già ben organizzata ma che ha ancora margini di miglioramento da mettere in chiaro per il prossimo futuro.

Il mio lavoro sarà improntato prettamente sui giovani e sui giocatori originari del posto, perché il bacino al quale può attingere l’Ospedaletti è sicuramente importante. C’è tanta qualità nei ragazzi della zona e gli Orange possono essere il luogo ideale nel quale svilupparla.

Con Borgese, Carlet ed Espinal ci sarà un rapporto di condivisione e collaborazione reciproca. Possiamo avere anche visioni differenti, ma più teste pensanti servono proprio per ricercare le soluzioni più efficaci.

Ho scelto l’Ospedaletti perché è una società che come poche parla di ragazzi, di giovani, lavora ad un cambiamento della mentalità di come si deve affrontare questo sport partendo dalle basi”.

José Espinal, responsabile del settore giovanile

“Questo nuovo arrivo racchiude l’impegno che stiamo mettendo sia nell’incrementare le professionalità della società, sia a livello tecnico nelle qualità delle persone che sono chiamate alla responsabilità di gestirla.

Non sono solo i risultati che contano, ma ormai da tempo abbiamo indirizzato i nostri sforzi nella ricerca di un servizio sempre più professionale. La nostra ambizione è grande e la dimostriamo anche con questi ingressi importanti che, ancora una volta, sono segnati dall’idea di unire il mondo della prima squadra con quello settore giovanile”.

Il commento del presidente Luca Barbagallo

“Il progetto Orange continua ad evolvere e l’arrivo di una persona come Fabio Vignaroli è un’ulteriore conferma di questa evoluzione e della qualità di partenza del progetto.

Questa è una stagione sportiva travagliata per tutti noi che ci ha visto sino ad ora “nomadi” per i campi della provincia in attesa del completamento del nuovo stadio di Ospedaletti.

A tale proposito voglio personalmente ringraziare tutti per i sacrifici che hanno dovuto sopportare a partire dagli atleti a tutti i mister e dirigenti delle varie squadre: siete a pieno titolo parte del “miracolo” Orange.

Un ringraziamento ancora più speciale a tutte le famiglie che hanno sopportato questi sacrifici (anche economici) per rimanere al fianco della nostra società: spero di trovare il modo, insieme all’intero direttivo dell’Ospedaletti Calcio, per ripagare la vostra fedeltà.

L’inserimento di Fabio è un altro passo verso la qualità del servizio che vogliamo fornire ai nostri iscritti.  Le novità non finiscono qui perché il progetto Orange è ancora nella sua fase iniziale.  Continueremo a cercare di diventare i più “professionali” nel mondo del calcio dilettantistico dell’Imperiese.

Ad oggi la nostra Prima squadra – continua il presidente Barbagallo – è campione d’inverno in Promozione con due giornate di anticipo; la squadra di calcio a 5 è seconda nel campionato di serie C e si è qualificata in Coppa Italia.

Abbiamo poi tre squadre giovanili iscritte nei campionati regionali, più una quarta che si è classificata sul campo ma è stata esclusa per cavilli burocratici, oltre a tutti gli atleti più piccolini impegnati nei vari tornei della federazione. Insomma è veramente un orgoglio personale e di tutti i componenti del direttivo vedere crescere questa società!”

“C’è più gusto ad essere ORANGE”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.