Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

È vero che la sigaretta elettronica fa male? foto

Oggi le sigarette elettroniche sono sempre più diffuse e costituiscono il mezzo preferito per smettere di fumare in modo graduale

Più informazioni su

Svapare fa male? Per chi desidera smettere questa è forse la domanda più frequente che precede il primo approccio con le sigarette elettroniche.

È opinione diffusa che lo svapo sia un’alternativa più salutare rispetto alle sigarette, ma esistono ancora dubbi in merito agli effettivi vantaggi delle e-cig.

Per capire se si tratta di dubbi fondati, ricercatori e studiosi negli ultimi anni si sono cimentati nella ricerca definitiva che possa fare luce sulla questione, ma come si sa i metodi sperimentali della comunità scientifica richiedono un grado di accuratezza che non ammette rapidità. Nel frattempo non ci resta che esaminare i pro e contro della sigaretta elettronica in base alle informazioni emerse fino a oggi.

I vantaggi della sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica è nata con l’intento di ridurre i rischi derivati dal fumo e i suoi vantaggi emergono soprattutto quando la confrontiamo con le “bionde”. Quando si accende la classica sigaretta si innesca un processo di combustione, che sprigiona una serie di sostanze dannose per la salute.

Tra gli agenti tossici più dannosi figurano catrame, metalli e monossido di carbonio, che mettono a dura prova gli apparati cardiovascolare e respiratorio.

Il funzionamento della sigaretta elettronica, al contrario, non prevede alcuna combustione. La batteria alimenta un atomizzatore, che a sua volta riscalda i liquidi e li vaporizza. Inoltre, la composizione dei liquidi è sottoposta a controlli molto severi da parte di laboratori specializzati, in modo da garantire solo ingredienti privi di impurità.

Uno dei più grandi vantaggi della sigaretta elettronica è quello di permettere di dosare il livello di nicotina presente nei liquidi. blu®, brand riconosciuto in questa industria, distributore di uno dei prodotti più diffusi e tecnologicamente avanzati nell’ambito delle sigarette elettroniche, mette in commercio liquidi per sigarette elettroniche con una gradazione di nicotina di 1,6%, 0,8% o addirittura 0%.

Per un fumatore intenzionato a smettere, la possibilità di scegliere la quantità di nicotina da svapare, facilita sia il primo approccio con il dispositivo elettronico, sia la graduale diminuzione fino a smettere.

Gli svantaggi della sigaretta elettronica

Le norme sull’utilizzo della sigaretta elettronica ne vietano l’uso solo in alcuni locali pubblici e il fatto che non sussistano le stesse restrizioni rispetto alle tradizionali sigarette, impone a chi sta smettendo di limitarsi, evitando di esagerare con lo svapo. Gli svapatori devono quindi lavorare un po’ sulla propria autodisciplina per non scadere negli eccessi.

Restando in tema di salute, qualcuno ha sollevato dei dubbi in merito alla pericolosità dei liquidi privi di nicotina. Anche in questo caso sono dalle ricerche finora note, non hanno fornito evidenze in questo senso e tutti gli aromi messi sotto accusa in realtà prima di approdare in commercio hanno ricevuto espressa approvazione dal Ministero dopo controlli scrupolosi.

La sigaretta elettronica fa male oppure no?

In conclusione si può affermare che non risultano dei rischi legati al vaping e che le sigarette elettroniche sono sempre più diffuse e costituiscono oggi il mezzo preferito per smettere di fumare in modo graduale. In qualche misura le e-cig si stanno trasformando anche in una vera e propria moda, tanto che gli amanti dello svapo possono ridurre fino allo zero l’assunzione di nicotina e provare aromi sempre diversi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.