Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Sanremo ritorna lo “Swing Corner of Christmas” con cinque concerti pomeridiani

Sono ad ingresso libero e si terranno al Palafiori e al Teatro del Casinò

Sanremo. Come quasi tutti sanno a Londra c’è un angolo di Hyde Park chiamato “Speaker’s Corner”, ovvero l’angolo degli oratori, dove si tengono improvvisati comizi o performance. A Sanremo, a partire dalle festività natalizie del 2012, c’è invece un angolino per tutti gli appassionati della musica sincopata: lo “Swing Corner of Christmas”.

Nato da un’idea di Freddy Colt come un semplice intrattenimento per punteggiare di buona musica lo shopping natalizio, col tempo lo Swing Corner si è consolidato come una vera e propria rassegna, che quest’anno giunge alla sua settima edizione e vanta già un bel Albo d’oro di partecipazioni artistiche, quasi a costituire una sorta di “Zazzarazzaz Winter”. L’iniziativa è organizzata dal centro studi musicali “Stan Kenton” con l’indispensabile supporto dell’assessorato alla promozione turistica del comune di Sanremo e i prestigiosi patrocini della Fondazione “Lelio Luttazzi” di Roma e del Sultanato dello Swing. Anche quest’anno lo Swing Corner si articola in cinque concerti, di cui quattro si svolgono sotto il portico del Palafiori di corso Garibaldi e l’ultimo, a mo’ di gran finale, nel Teatro del Casinò.

Il programma nel dettaglio: domenica 23 dicembre alle 16 si inaugura il palco del Palafiori con l’esibizione della band matuziana dei Tre Très Bon che in realtà saranno in quattro. Il gruppo capitanato dalla cantante-chitarrista Caterina Battaglia proporrà personali versioni di successi internazionali, dai repertori di Edith Piaf, Nat King Cole, ma anche brani italiani di Paolo Conte o dei Matia Bazar. A completare la formazione ci saranno il chitarrista svizzero Lorenzo Herrnhut-Girola e il percussionista Belisario Fauzzi, oltre all’ospite Paolo D’Aloisio al sax.

Il secondo appuntamento è per giovedì 27, sempre alle 16, con il trio dei Glue’s Avenue, formazione molto popolare nei locali della Riviera per le loro versioni di brani pop e swing. Per l’occasione il vocalist Andy Arnaldi, che ricopre la carica di “Giannizzero” nel Sultanato dello Swing, proporrà, insieme al chitarrista Lorenzo Spinozzi e al bassista Roberto Bonazinga, proporrà un omaggio a Lelio Luttazzi insieme ad altri brani del proprio repertorio che spazia dallo swing-rock
di Sergio Caputo, a successi di Rino Gaetano, Francesco De Gregori e Neffa.

Domenica 30 dicembre si anticipa il saluto al vecchio anno sulle note del vecchio swing manouche, ricalcando le orme del grande Django Reinhardt. A compiere questo viaggio musicale sarà il trio genovese di Renzo Luise (altro Giannizzero dello Swing) chiamato “Gipsy Trojka” cui si unirà il violino indiavolato di Davide Laura, ben noto performer matuziano.

Gli appuntamenti al Palafiori proseguiranno giovedì 3 gennaio, sempre alle 16, con il quartetto dei Dirty Stompers, giovani jazzisti genovesi che proporranno dixieland, blues e altri traditionals con una dedica particolare: un ricordo di Giorgio Lombardi, critico e storico del jazz, instancabile organizzatore di concerti e direttore del Museo del Jazz di Genova, recentemente scomparso. In alcuni concerti potranno intervenire ballerini swing e lindy-hop a testimoniare la natura popolare e coinvolgente di queste musiche.

Il gran finale, come si diceva, è previsto sotto Epifania, sabato 5 gennaio con un “matinée” al teatro dell’opera del Casinò Municipale. L’orchestra Swing Kids diretta da Freddy Colt si esibirà in uno show musicale dal titolo “I pionieri del Jazz italiano” con la partecipazione della tromba solista di Felice Reggio, noto jazzista astigiano. Tutti i concerti sono ad ingresso libero, essendo offerti dal Comune di Sanremo alla cittadinanza e agli ospiti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.