Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A casa o al ristorante? Ecco come i sanremesi trascorreranno la Vigilia di Natale foto

Se per alcuni si tratta di un'occasione per godere del tepore della propria casa, per altri è invece un momento per farsi viziare da cuochi esperti, pronti a soddisfare i palati più esigenti

Sanremo. La famiglia riunita, regali sotto l’albero e tante delizie da gustare con chi si ama. Tanti aspettavano questo momento e finalmente è arrivato. Oggi, 24 dicembre, si celebra la Vigilia di Natale, prima tappa di queste lunghe festività che termineranno con l’Epifania il 6 gennaio.

Ospedaletti - Loanesi, i goal

Come nel resto d’Italia, anche nella Città dei Fiori fervono i preparativi per trascorrere al meglio questa giornata, ognuno secondo la propria personale tradizione. A casa o al ristorante? Quale sarà il progetto dei sanremesi per il cenone della Vigilia di Natale?

Rigorosamente in famiglia e a casa. Preparerò una cena come da mia consuetudine, nella tradizione che mi ha insegnato mia madre che si chiama “cena di magro”, anche se di magro ha ben poco in quanto si mangerà tanto, non c’è solo la carne, ma anche pesce e piatti tradizionali della nostra famiglia”, dichiara una signora. “Passerò la vigilia di Natale a casa, mentre il giorno di Natale andremo al ristorante“, afferma un signore. “La Vigilia di Natale la trascorrerò a casa, Capodanno, il 31 gennaio, al ristorante ovviamente“, afferma una sanremese. “La Vigilia di Natale la passo con i miei figli e faremo un pranzo semplice, invece il giorno di Natale andrò dai miei fratelli, nel pomeriggio mi raggiungeranno i miei figli e faremo una grande tombola e il ricavato andrà in beneficenza“, dichiara una signora.

Dunque se per alcuni le feste natalizie sono un’occasione per godere del tepore della propria casa, ammirando il proprio albero addobbato, per altri è invece un momento per farsi viziare da cuochi esperti, pronti a soddisfare i palati più esigenti.

La Vigilia per molti rappresenta anche l’ultimo giorno utile per acquistare i regali dell’ultimo minuto, non a caso le vie cittadine del centro si affollano di compratori alla disperata ricerca di un dono che non hanno acquistato prima per pigrizia, per mancanza di idee o semplicemente perché gli impegni lavorativi glielo impedivano.

Ho già fatto tutti i regali, non ho esagerato, ma nello stesso tempo ci tengo a fare dei piccoli pensieri perché mi piace la tradizione“, dichiara una signora, “Mancano parecchi regali ancora, mi riduco sempre all’ultimo momento“, dice un signore mentre si aggira tra i negozi di via Matteotti alla disperata ricerca del dono perfetto. “Con i regali quest’anno sono proprio in alto mare“, fa seguito una signora. “Ho finito i regali ormai, ancora un pensierino senza esagerare però comunque li ho fatti a tutti: nipoti, figli, i generi, le nuore, al mio compagno, alle amiche. E’ sempre un piacere fare i regali“, conclude una signora.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.