Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, razionalizzazione delle spese. I “tagli” del Comune per risparmiare su costi di energia, telefono e auto

Bandite le stufette elettriche: consumano troppo

Più informazioni su

Ventimiglia. Stretta sulle spese comunali a Ventimiglia, dove la giunta ha adottato il piano di razionalizzazione della spesa per il triennio 2019/2021.
I dipendenti comunali saranno tenuti ad attuare alcune azioni per risparmiare sui costi. In particolare dovranno stare attenti, per quanto riguarda il consumo di energia elettrica a “limitare l’utilizzo degli impianti di condizionamento manuali all’indispensabile assicurandosi di spegnerli al termine del servizio e durante la pausa pranzo”, “non utilizzare stufette elettriche” e “assicurarsi di spegnere tutti gli impianti, illuminazione compresa, prima di terminare il servizio e durante la pausa pranzo”.

Tagli anche sulle spese telefoniche: dai 39 telefoni cellulari in dotazione agli uffici nel 2017, ora ce ne sono 25. Cinque le schede sim attive in caso di necessità.

Per quanto riguarda la gestione della carta, i dipendenti dovranno adottare le seguenti misure per risparmiare il più possibile sulle spese: “Nelle procedure di stampa utilizzare sempre, ove possibile, funzioni di stampa fronte/retro”, “Recuperare la carta stampata riutilizzandola per stampare la facciata bianca”, “Utilizzare di norma la stampa in bianco e nero e utilizzare la stampa a colori solo se necessario per particolari stampe grafiche” e “Nel caso di richieste esterne di documenti, soprattutto quelli voluminosi, verificare la possibilità di fornire la documentazione su file informatico anche tramite posta elettronica”.

“La trasmissione in streaming delle sedute di Consiglio Comunale”, si legge nel documento approvato, “permette la limitazione del servizio di trascrizione delle sedute alle sole specifiche richieste”: anche in questo caso il risparmio è dunque garantito. Meno carta anche a livello di quotidiani: il Comune ha scelto di “privilegiare gli abbonamenti via web scegliendo quelli idonei ad una consultazione diffusa a più uffici, al fine di limitare il numero ed i corrispondenti costi degli abbonamenti. Quasi tutti i precedenti abbonamenti cartacei sono stati convertiti in versione elettronica”.

Per quanto concerne il parco veicoli comunale, è precisato che “i mezzi comunali sono utilizzati dai dipendenti per esclusivo motivo di servizio. A tal fine ogni mezzo è dotato di un libretto di bordo riassuntivo nel quale per ogni uscita viene annotato l’utilizzatore, la motivazione dell’utilizzo ed i Km percorsi. La sostituzione dei vecchi mezzi con nuovi mezzi, nei limiti delle disponibilità finanziarie, è effettuata esclusivamente per rottamazione, pertanto il parco mezzi non è numericamente incrementabile. La valutazione di tale sostituzione deve essere effettuata con lo scopo di ridurre i costi di riparazione dovuti a mezzi dichiarati obsoleti in quanto il loro utilizzo è vincolato a continui interventi di riparazione”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.