Quantcast

Ventimiglia, il campione di handbike Saverio di Bari incontra gli studenti del Cavour foto

Ha incontrato gli alunni delle classi prime e seconde della scuola media

Ventimiglia. Un calore immenso ha accolto il campione di handbike Saverio di Bari che il 21 novembre ha incontrato gli studenti delle classi prime e seconde della scuola media Cavour a Roverino.

Tante emozioni, tanta positività e soprattutto tanta partecipazione, attenzione e condivisione da parte dei giovani alunni. Saverio ha raccontato con umiltà e passione la sua storia di uomo e di atleta, soffermandosi su aspetti particolari che legano indissolubilmente lo sport e la vita, come ad esempio porsi degli obiettivi, non mollare mai davanti alle difficoltà, mettersi in gioco e cercare di superare i propri limiti.

Ovviamente tutto questo non avviene per caso ma i risultati arrivano quando si ha voglia di fare, quando ci si impegna al massimo nelle cose che si fanno. La passione e l’impegno ci devono guidare per realizzare i nostri sogni, come studenti, atleti, persone. Si è poi riflettuto anche sui valori universali dello sport come la fratellanza e l’amicizia e come l’attività sportiva può essere uno strumento per veicolare le conoscenze visto che dà agli atleti la possibilità di viaggiare e conoscere il mondo.

Saverio ha poi portato agli studenti e ai docenti presenti anche una forte testimonianza di come le abilità personali possano superare la disabilità e vivere la propria esistenza pienamente, aldilà dei propri limiti. Infine si è parlato anche di abbattimento delle barriere architettoniche e di come sia importante la sensibilizzazione delle pubbliche amministrazioni e della popolazione per consentire a tutti una migliore qualità della vita.

L’incontro è stato organizzato nell’ambito del progetto “Legalità” dell’istituto Comprensivo Cavour di Ventimiglia cresciuto di anno in anno grazie all’impegno della dirigente scolastica Antonella Costanza. La lezione odierna, coordinata dalla responsabile di plesso Antonella Iannucci, è stata un modo emozionante e coinvolgente di fare scuola sottolineando ancora una volta l’importanza dell’educazione alla cittadinanza e al rispetto.