Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo tra le città più videosorvegliate della Liguria, arrivano altre 107 telecamere

Grazie al potenziamento della fibra ottica saranno collegate anche quelle della pista ciclabile di Area24

Sanremo. Arrivano anche nella Città dei Fiori i fondi del Ministero dell’Interno, stanziati nel decreto Minniti, per il potenziamento del sistema di telecamere.

Ospedaletti - Loanesi, i goal

Il progetto predisposto dall’amministrazione comunale insieme a Prefettura e Questura di Imperia, ha ottenuto un finanziamento statale di 335 mila euro, da cofinanziare con 150 mila euro di risorse proprie di Palazzo Bellevue.

Le nuove 107 telecamere che saranno installate – spiega il comandante della polizia municipale Claudio Frattarola – si vanno ad aggiungere a quelle presenti sulla pista ciclabile e agli altri 150 occhi elettronici già presenti.

“E ’ una notizia molto importante per la nostra città – commentano il sindaco Alberto Biancheri e il presidente del consiglio comunale Alessandro Il Grandefrutto - frutto di un grande lavoro da parte dell’Amministrazione comunale concretizzatosi in diverse tappe.

Dopo la redazione del progetto di videosorveglianza, abbiamo realizzato un comitato tecnico con le varie forze dell’ordine. Successivamente abbiamo stanziato altri 150 mila euro con l’obiettivo di allargare la rete di videosorveglianza anche alla pista ciclopedonale pur non essendo competenza diretta del Comune, ad alcune zone periferiche e alle frazioni.

E ’ stato predisposto e presentato il progetto per il bando ministeriale per quasi 500 mila euro con lo stesso obiettivo. Insomma, un iter che è durato diversi mesi durante il quale ci siamo confrontati con il prefetto, il questore, condividendo poi il progetto con il comitato provinciale ordine pubblico e sicurezza.

Questo finanziamento permette di apportare un potenziamento significativo al sistema di videosorveglianza che rafforzerà così le azioni di prevenzione e di contrasto alle diverse forme di illegalità. Sarà possibile aumentare sensibilmente il numero delle telecamere installate, aggiungendo 40 nuove postazioni di riprese per oltre 100 telecamere in più.

Ricordiamo che le telecamere ad alta definizione già installate e collegate alle centrali operative delle forze dell’ordine hanno contribuito alla risoluzione di diversi casi, permettendo numerosi arresti da parte delle forze dell’ordine.

Ringraziamo - concludono i due esponenti del governo matuziano - l’ingegner Angelo Carpani che si è occupato del progetto, il dirigente dei lavori Pubblici Danilo Burastero, il comandante del corpo di polizia municipale Claudio Frattarola e tutti gli uffîci che hanno lavorato per il raggiungimento di questo risultato”.

Le nuove postazioni saranno collocate in particolare:

  • sulla pista ciclopedonale con collegamento fibra ottica e allacciamento alla rete comunale;
  • parchi, giardini e piazze (ad esempio Giardini Medaglie d’Oro di piazza Colombo, parco delle Carmelitane, parco di Villa Ormond, giardini della Foce e giardini Regina Elena nella Pigna, giardini comunali nelle frazioni di Poggio e Bussana, piazza San Sebastiano a Coldirodi, piazza della Libertà a Poggio)
  • zone nelle vicinanze di plessi scolastici (Liceo Cassini Istituto Colombo)
  • in prossimità di sedi istituzionali (giardini di Palazzo Bellevue sede del Comune, Guardia di Finanza)
  • in prossimità dei locali notturni (corso Trento Trieste, corso Marconi)
  • zone frequentate da venditori abusivi (ad esempio via Matteotti confluenza con via Corradi, via Matteotti secondo tratto sopra corso Mombello, corso Imperatrice, etc.)
  • e altre aree della città tra cui la Pigna (in aggiunta alle telecamere già presenti), via Martini, via Pietro Agosti, San Martino.

Le nuove telecamere saranno collegate alle sale operative della polizia municipale e delle forze dell’ordine attraverso l’infrastruttura di rete di comunicazione dell’attuale impianto, realizzato prevalentemente in fibra ottica.

A margine della conferenza stampa è arrivata anche la stoccata del consigliere del Partito Democratico Mario Robaldo che ha voluto rivendicare come i fondi per la sicurezza siano stati stanziati dal governo Gentiloni e non da quello in carica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.