Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, grana sui lavori al mercato annonario: CNA pronta ad impugnare la delibera del Comune foto

Ventuno operatori associati contestano la comunicazione di avvio dei lavori e sospensione della concessione

Sanremo. CNA è pronta ad impugnare la delibera di approvazione del progetto dei lavori di restyling dell’Annonario, per il qualie è prevista l’aggiudicazione dell’appalto nella prossima settimana.

“Se anche dopo l’invio della nota del 14 novembre non arriveranno risposte chiare e certezze in ordine alle istanze di rispetto dei legittimi interessi degli associati”. Dichiara Luciano Vazzano, segretario territoriale di CNA Imperia che prosegue: “E’ pacifico che gli operatori da noi rappresentati auspicano che i lavori di restyling vengano eseguiti. E’ altrettanto pacifico che l’amministrazione comunale omette di fornire specifiche garanzie circa l’effettiva durata dei lavori, né viene dichiarata, nella comunicazione di avvio del procedimento di sospensione della concessione, la possibilità di accomodare la propria attività in adeguate sedi alternative come più volte annunciato.

Al contempo nel sospendere i titoli concessori l’ufficio omette di prevedere il diritto dei concessionari ad un corrispondente prolungamento della concessione. Niente viene inoltre detto circa gli oneri che ricadranno sul concessionario allorché i lavori saranno terminati.

A questo punto, per il tramite dell’avvocato Nesi - continua Vazzano - 21 concessionari hanno deciso di riscontrare la comunicazione di avvio del procedimento ricevuta la settimana scorsa per rappresentare che questo modus operandi produrrà danni ingenti sulle loro attività e sulla vita del mercato stesso, per chiedere il ripristino, terminati i lavori, delle medesime condizioni degli spazi di vendita (superficie e posizione del banco) e soprattutto del diritto alla continuità aziendale durante e dopo l’esecuzione dei lavori.

Nella nota del 14 novembre l’avvocato Nesi ha illustrato come il Comune potrebbe, in deroga alla direttiva Bolkestein, procedere con i rinnovi agli attuali concessionari sulla base di quanto stabilito dalla legge di stabilità dalla legge 205 del 2017 ai commi 1180 e 1181 (Legge di stabilità 2018).

Peraltro, tra le ipotesi di deroga al principio di concorrenzialità nell’affidamento di beni pubblici limitati - spiega il segretario di CNA - rientra anche la salvaguardia del patrimonio culturale e in generale dell’interesse storico culturale (considerando 40° e art. 4 della Direttiva Servizi). Questo è stato recentissimamente osservato dalla Sezione V del Consiglio di Stato con una importantissima sentenza del settembre scorso, valida tenuto conto che il Mercato di Piazza Eroi Sanremesi è un edificio qualificato come monumento nazionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.