Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Oggi si celebra il 1°novembre: come festeggia il giorno di Ognissanti il resto del mondo? foto

In paesi come il Messico questa giornata è associata alla gioia perché si tratta di un appuntamento con le anime dei propri cari

Oggi 1°novembre si celebra la giornata di Ognissanti, festività cristiana che rende omaggio a tutti i santi, e si colloca esattamente a metà tra il 31 ottobre, in cui si festeggia Halloween, la notte dei morti viventi, e il 2 novembre, giornata dedicata al culto dei defunti.

In provincia di Imperia e nel resto d’Italia, questo giorno prevede il tributo ai propri cari nei cimiteri, trasformandolo in un momento per fermarsi a pensare e ricordare una persona che ha lasciato un segno indelebile nella nostra vita: mamme, papà, fratelli e amici.

Con usi e costumi differenti, il 1°novembre si celebra anche in molti altri paesi del mondo: Andorra, Austria, Belgio, Bosnia Erzegovina, Bolivia, Mauritius, Burkina Faso, Capo Verde, Cile, Costa D’avorio, Messico, Svezia, Croazia, Spagna, Francia, Guinea, Liechtenstein, Madagascar, Perù, Polonia, Repubblica Centro Africana, Ruanda, Senegal, Togo, Svizzera, Germania, Lituania e Filippine.

Le celebrazioni dei cari defunti assumono connotazioni estremamente diverse nei vari paesi. I più famosi sono certamente i festeggiamenti organizzati in Messico: durante il dia de los muertos non c’è spazio per la tristezza, la gioia e i colori fanno da padroni in questa giornata che in fin dei conti è un appuntamento agognato per l’intero anno. Infatti, secondo la tradizione, questo è il giorno in cui i vivi possono riabbracciare le anime dei defunti che, per una notte soltanto, tornando a fare visita ai propri cari rimasti sulla Terra. Colori, cibi e fiori trionfano nei cimiteri del paese, segno di come questo momento venga associato alla gioia.

Festeggiamenti particolarmente suggestivi in Svezia. Per l’occasione i cimiteri del paese risplendono alla luce di migliaia di candele che i parenti accendono per i propri cari scomparsi.

Il primo novembre si trasforma in un momento di festa anche in Bolivia, nelle Mauritius, in Spagna e nelle Filippine. Oltre alla consueta pulizia delle tombe, gli abitanti di questi paesi preparano pietanze tradizionali che decidono di condividere con l’intera famiglia riunita per trascorrere un momento conviviale con la persona scomparsa accanto al luogo in cui riposa.

(foto di Google)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.