Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Non solo calcio: crescono gli sport alternativi foto

La Liguria vanta eccellenti tradizioni sportive

Più informazioni su

Il calcio continua ad essere uno degli sport più amati e seguiti dagli italiani, ma le competizioni sportive che appassionano gli abitanti del Bel Paese sono veramente molte e molto diverse tra loro. Vediamo crescere sempre più l’interesse per molti sport tradizionalmente considerati “minori” o diffusi in Italia solo di recente. È molto interessante assistere a come si crei un pubblico interessato a nuove discipline, o come si rinforzi il sostegno di fronte a discipline praticate da molto tempo, ma che spesso e troppo a lungo sono state ingiustamente relegate in secondo piano.

La Liguria vanta eccellenti tradizioni sportive, per ovvie ragioni legate al mare e non solo. Ci sono tanti campioni che si stanno facendo onore nelle discipline più disparate.  Domenica 4 novembre, alla gara di Stick Fighting di Verona, si è tenuta la gara di esordio di Roberto Ciancelli, che ha sfidato atleti provenienti da ogni parte del globo. Questa disciplina di lotta consiste in una gara di scherma con i bastoni secondo l’antica tradizione del kali filippino. Il torneo si è articolato in combattimenti da 3 round di 2 minuti ciascuno, ad eliminazione diretta. La vittoria in questa disciplina viene assegnata calcolando un punteggio che è la somma dei colpi inferti con il bastone alle mani, al tronco e alla testa dell’avversario. Roberto Ciancelli, atleta di Imperia, ha vissuto con soddisfazione il suo esordio in questo tipo di combattimento. Ha affrontato atleti di altissima caratura internazionale in una sfida faticosissima dal punto di vista fisico, ma che nel complesso si è rivelata stimolante e divertente. Una bella prova per la Star Kali Imperia dell’atleta, associazione che nasce per insegnare il kali filippino secondo il metodo del M.o Massimo Frasson, organizzatore di questo evento internazionale. Chi vuole saperne di più e conoscere l’arte del kali filippino può incontrare Roberto Ciancelli nella palestra dell’ex-classico ad Oneglia (via G. Agnesi 112), dove si tengono regolarmente gli allenamenti il lunedì e il mercoledì dalle 19.30 alle 21.

Eskrima

Prende sempre più piede nel nostro paese anche l’interesse per il poker, in particolare nella sua variante Texas Hold’Em. A lungo le carte sono state considerate poco più che un gioco, uno svago come tanti, ma oggi il poker ha assunto una nuova faccia a livello internazionale. Il poker diventa una professione a tutti gli effetti, che necessita di studio, di una accurata preparazione, di allenamento costante, di training con i migliori maestri in circolazione e di tanto sacrificio. Anche dalla Liguria arrivano campioni in grado di competere ad altissimo livello, si pensi a Federico Cipollini, 48enne di La Spezia. Nella sua carriera di pokerista ha vinto migliaia di dollari passando per i casinò più esclusivi del mondo. Negli ultimi anni lo abbiamo visto attivissimo in Italia, a San Marino, a Malta, in Spagna e in Slovenia. Quest’anno lo abbiamo ritrovato al PokerStars Megastack Sanremo, qui in Liguria, portando a casa buoni risultati, ma molto ha giocato ancora e tanto altro ci aspetta da lui.

Un’attività alla quale si guarda con crescente interesse è quella della pallapugno. Niente di nuovo, il “pallone elastico” noto anche come “balòn” è un simbolo della cultura contadina e del folklore del nord Ovest italiano. Il campionato italiano di pallapugno si tiene ogni anno con regolarità da più di un secolo, dal lontano 1912. Di questo sport ne parlano Edmondo De Amicis, Beppe Fenoglio, Cesare Pavese e molte altre penne della letteratura ligure e piemontese. È stato talmente amato nel corso della storia che gli emigrati liguri e piemontesi partiti alla volta degli Stati Uniti ne organizzarono grandi tornei. Tanti i nomi che si sono affermati, uno su tutti quello di Riccardo Aicardi, che ancora oggi ricorda con tanto affetto gli anni passati.  Non solo la pallapugno oggi non passa di moda, ma sempre più persone ritornano a questo sport, anche i giovanissimi, che spesso vi si avvicinano durante le ore di educazione fisica nelle scuole. Oggi si contano 100 società tesserate per circa 20.000 giocatori su tutto il territorio nazionale. Un numero in crescita che per fortuna sembra voler aumentare ancora.

2865434771_dca1c5e149

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.