Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Compagnia Stabile Città di Sanremo presenta il libro “De tütu in po’… – La penna ed il cuore di Maria Pia Ferrandini”

Raccolta di poesie in dialetto sanremasco scritte dalla storica attrice della compagnia

Più informazioni su

Sanremo. Giovedì 15 novembre alle 17 presso la Federazione Operaia Sanremesi di Via Corradi, la Compagnia Stabile Città di Sanremo presenterà il libro “De tütu in po’… – La penna ed il cuore di Maria Pia Ferrandini”, raccolta di poesie in dialetto sanremasco scritte dalla storica attrice della compagnia (oggi novantaduenne) e doveroso omaggio ad una delle più acclamate attrici, donna dai molteplici interessi ed esempio di vita e di scena per tutti. Ingresso libero.

Nata a Sanremo il 18 agosto 1924 da schietta dinastia “sanremasca” ha iniziato ad amare il teatro a soli 16 anni quando le proposero di far parte di un teatro di rivista per militari. Recitò così al Teatro Principe Amedeo, in una commedia musicale scritta dal giornalista Rinaldo Boscetto.

Dopo il bombardamento del teatro nel 1943, la Ferrandini andò a far parte della Filodrammatica “Giuseppe Giacosa” Fondata da Pietro Velli, Domenico Latini e Pietro Torre ed attiva presso il teatro della Federazione Operaia Sanremese; dotata di grande talento scenico, interpretò parti da protagonista e da caratterista, dando vita a personaggi tra i più svariati in lavori in lingua di autori famosi.

Arrivò il periodo della Compagnia Stabile Città di Sanremo e delle interpretazioni in dialetto sanremasco che la videro grande mattatrice in Buriana, L’estai de San Martin, U trücu de Zanin, A tersa porta, Corpi de timun, U prève american… Prese parte anche alla rivista Sanremo Liberty, ideata e condotta da Egisto Malfatti al Teatro Astra; ha recitato in tutti i teatri della provincia di Imperia, protagonista delle commedie di maggior successo della Stabile. Ancora recentemente è stata personaggio di rilievo nelle ambientazioni storiche alla Festa di San Benedetto di Taggia.

Tra i suoi “hobby”, la sartoria ( quasi sempre suoi i costumi delle commedie), la pittura e la scrittura: si diletta, ancora oggi, a scrivere poesie e barzellette che ama definire “buon umore in rima”. Nel 2009 pubblica il libro “I racconti della nonna”. Nella sua lunga carriera ha ricevuto molti premi e riconoscimenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.