Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gli studenti del Polo tecnologico imperiese al Salone di Genova per orientarsi nel futuro fotogallery

Hanno potuto scoprire il mondo dell'università, tra test, stand ed eventi

Imperia. Tanti gli studenti imperiesi che hanno partecipato al Salone dell’Orientamento di Imperia che si è tenuto dal 13 al 15 novembre. Tre giorni in cui i ragazzi hanno potuto scoprire il mondo dell’università, tra test, stand ed eventi.

Istituto Tecnologico Imperia - Salone dell'Orientamento

Questo evento è una grande opportunità per i prossimi maturandi per capire meglio quale indirizzo di studi è più adatto ai loro interessi. Qui è infatti possibile avere una panoramica più ampia delle offerte formative e anche scoprire percorsi di studi sconosciuti.

Quest’anno il Salone è arrivato alla 23esima edizione, considerato ormai la più importante sede di orientamento del nord-ovest e nelle prime posizioni a livello nazionale. Hanno trovato spazio stand espositivi di ogni scuola di ordine e grado, della formazione professionale, delle Università, uniti a incontri più specifici e individuali. Era inoltre possibile eseguire dei test in una zona apposita per capire meglio la propria propensione nel percorso di studi.

A queste giornate hanno partecipato anche gli studenti delle classi quarte e quinte del Polo Tecnologico d’Imperia, di cui abbiamo incontrato le professoresse Velia Perri e Sonia Afflissio, che domani, domenica 25 novembre, saranno a Pieve di Teco per presentare insieme agli alunni e all’Ipssc “U. Calvi” e all’Itis “G. Galilei” i nuovi progetti dell’istituto.

Abbiamo introdotto la figura professionale del web manager – ha sottolineato Perri ai nostri microfoni –, incentrata sul marketing e sulla comunicazione digitale legate al territorio e alle piccole aziende. Questa figura aiuterà ad ampliare il raggio di azione delle imprese attraverso il web, l’e-commerce e la pubblicità on line. Non sono presenti molte scuole superiori sul territorio nazionale che preparano a questa professione, mentre all’Università sono già presenti dei master”.

“I ragazzi degli istituti Itis e Nautico hanno presentato il loro progetto di alternanza scuola-lavoro, il Rov - ha aggiunto Affisio -. E’ un dispositivo filo guidato che permette lo studio del fondale marino, raggiungendo i 100m di profondità (che con le dovute modifiche potrebbe arrivare a 300m), trasportare 10kg di carico e andare alla velocità di 1m/s. E’ stato il vincitore del premo ‘Scuola digitale’ in fase regionale, e speriamo di avere altrettanta fortuna a livello nazionale. Il premio permetterebbe di finanziare i futuri sviluppi del Rov: il potenziamento nelle analisi chimiche, come il rilevamento dell’ossigeno disciolto nell’acqua e del pH, e la dotazione di pinze, in modo da prelevare campioni dal fondale. E’ presente anche un’applicazione del Rov, che tramite la scansione di codici con il telefono visualizza i link che fanno accedere al video YouTube, alla ‘KissRov’ challenge, al blog e allo spot pubblicitario che ha permesso di raccogliere i fondi per la produzione del dispositivo”.

(Foto e video Marco Salutari)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.