Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Depuratore consortile, quattro sindaci indagati dalla Procura per omissione di atti d’ufficio

Accusati per non aver risposto a lettere di sollecito di Rivieracqua

Più informazioni su

Imperia. I sindaci di Civezza, Cipressa, San Lorenzo al Mare e Costarainera, Comuni che gestivano il depuratore consortile prima che subentrasse Rivieracqua, sono indagati dalla Procura di Imperia con l’accusa di omissione di atti d’ufficio per non aver risposto ad alcune lettere inviate dal nuovo gestore che sollecitava gli enti pubblici a compartecipare alle spese straordinarie per la gestione dell’impianto.

A finire nel mirino della Procura sono Giuseppe Ricca (Civezza); Antonello Gandolfo (Costarainera); Filippo Guasco (Cipressa) e Paolo Tornatore (San Lorenzo al Mare).

All’esito di alcune analisi sulle acque, che mostravano valori di agenti inquinanti superiori alla norma, Rivieracqua avrebbe deciso di attuare interventi di manutenzione straordinaria chiedendo però il contributo dei quattro Comuni che per anni avevano gestito il depuratore consortile. Secondo l’accusa, i sindaci non avrebbero risposto alle missive del nuovo gestore. Venerdì verranno ascoltati in Procura e daranno la loro versione dei fatti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.