Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, Rocco Mangiardi al Marco Polo per il progetto educazione alla legalità

Lunedì 5 novembre alle 11 presso l’aula Magna “Petrognani”

Ventimiglia. L’istituto Fermi Polo Montale prosegue anche nel nuovo anno scolastico, nel suo percorso
formativo e di cittadinanza attiva sui temi della legalità.

Lunedì 5 novembre alle 11 presso l’aula Magna “Petrognani” della scuola a Ventimiglia, l’imprenditore calabrese Rocco Mangiardi incontrerà nuovamente gli studenti con un focus sulle scuole superiori della cittadina. Gli allievi prepareranno delle “video domande” che verranno presentate a Rocco Mangiardi durante il seminario e il dibattito.

Saranno coinvolte principalmente le classi dell’Istituto Marco Polo. Il corpo docente e la dirigente scolastica dott.ssa Antonella Costanza, lavorano affinché questi incontri diventino sempre più un aspetto fondante dell’arricchimento dell’offerta formativa. Tutto questo nella duplice prospettiva della preparazione culturale all’esame di “maturità” ma soprattutto affinché si semini nelle future generazioni il germe della responsabilità e del senso civico che ogni cittadino deve avere.

L’imprenditore calabrese ha già incontrato lo scorso anno le scuole di Ventimiglia, soprattutto le scuole medie, ma i docenti e gli allievi sentono la necessità che questi appuntamenti vengano “istituzionalizzati”
per l’alto valore formativo e civico che hanno. L’esempio di vita di Rocco Mangiardi mostra che si può dire “no” alla ndrangheta e al “pizzo” di tutte le mafie, certo c’è un prezzo da pagare infatti egli vive sotto scorta, ma questo avviene solo perché non c’è ancora il generale e pieno risveglio della coscienza civica: lui vive “protetto” perché tanti, troppi altri, non denunciano e a volte accettano “il puzzo del compromesso morale, al posto del fresco profumo della libertà”. Infatti il giudice Paolo Borsellino, riteneva più facile che le “giovani” generazioni possano apprendere e praticare scelte libere e legali, connaturate alla loro giovane età e alla loro prospettiva di vita futura.

I docenti principalmente coinvolti sono quelli di Scienze Giuridiche ed Economiche, anche se il progetto è sicuramente trasversale a tutte le discipline, nella certezza che anche quest’anno ci sarà un buon riscontro educativo con gli allievi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.