Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vallecrosia, all’istituto Doria “si litiga bene” con il metodo del pedagogista Daniele Novara

Si rivolge a bambini e bambine affinché possano tirare fuori il meglio di sé e diventare alleati nella loro stessa educazione

Più informazioni su

Vallecrosia. Il 10 e 11 settembre è arrivato il metodo “Litigare Bene” del pedagogista Daniele Novara.
Un metodo che si rivolge a bambini e bambine e che viene utilizzato in moltissime scuole sul territorio nazionale. Uscendo dal tunnel della ricerca dei colpevoli si apre uno scenario dove i bambini possono tirare fuori il meglio di sé e diventare alleati nella loro stessa educazione.

Le insegnanti dei tre gradi del Comprensivo “A. Doria” hanno scelto di formarsi sul Metodo Litigare Bene di Daniele Novara e utilizzarlo con i loro alunni, attraverso un lavoro di squadra e di continuità dall’infanzia alla secondaria; un’ottima rete che permette l’adeguato accompagnamento di crescita e sviluppo di competenze nella fascia d’età 3 – 14 anni.

Il Metodo Litigare Bene di Daniele Novara prevede alcune mosse strategiche da parte degli adulti. Due passi indietro e due avanti, è la formula da utilizzare per non cercare il colpevole e nemmeno fornire la soluzione del litigio (due passi indietro), ma far parlare i litiganti e favorire il raggiungimento di un accordo (due passi avanti). In questo modo si insegna a gestire i litigi da soli.

Il “conflitto” è una parte importante della relazione non ha senso pretendere di escluderlo, evitarlo non serve a nulla. La conflittualità è naturale, è un dato di fatto. I litigi sono componenti naturali legati al bisogno di confronto e
dialogo. Durante il seminario attraverso attività di laboratorio autobiografiche e di attivazione, si apprenderà lo strumento del Metodo per una buona gestione del conflitto.

I bambini crescono meglio se sanno gestire le loro conflittualità, i genitori vivono più tranquilli se lasciano litigare i figli, comprendendo e accettando che l’amicizia è fatta anche di conflittualità e discussione, contrasto e riavvicinamento. Non serve correggere, o dare la soluzione giusta: i bambini subiscono l’intervento degli adulti, perdendo le loro naturali capacità di autoregolazione.

L’applicazione del metodo maieutico triplica la percentuale di accordi spontanei e favorisce una diminuzione delle liti. Durante l’anno scolastico ci saranno altri momenti di confronto e condivisione tra la rete docenti creatasi in occasione di questa formazione. Litigare bene è un ottimo aiuto per crescere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.