Un Ospedaletti travolgente batte 3 a 0 il Mignanego, gli orange continuano a guidare il campionato foto

Domenica prossima a Pian di Poma arriva il derby con la San Stevese

Ospedaletti travolgente, in casa sul manto del Morel di Ventimiglia, contro il Mignanego. I ragazzi di mister Alan Carlet guadagnano altri tre punti e consolidano la propria posizione al vertice della classifica di Promozione.

Quella di questo pomeriggio è stata una partita iniziata in discesa per gli orange che, dopo appena 5 minuti dal fischio d’inizio, trovano il vantaggio con il gol di Alessio Negro.

L’undici di Carlet spariglia così la tattica difensiva degli avversari, i quali, partiti arroccati nella propria metà campo, si sono visti costretti ad alzare il baricentro per trovare il pareggio.

Come domenica scorsa, invece, l’Ospedaletti si limita a gestire bene il campo, continuando a cercare occasioni da rete contro una squadra capace di chiudersi molto bene.

Al rientro dagli spogliatoi è Miceli l’incaricato di sbloccare ancora il tabellino: dal dischetto, il bomber trova il raddoppio che spezza le gambe degli avversari.

Da segnalare la grande prestazione di Artioli (classe 2000), che dall’inizio fino al termine della gara governa egregiamente il centrocampo. Nota di merito per Alasia che si fa trovare pronto al cambio di ruolo e segna, nuovamente, il gol della sicurezza.

Domenica prossima a Pian di Poma arriva il derby con la San Stevese, squadra ostica abituata a giocare il pallone, come dimostrato di recente nel match di Coppa Italia. Tifosi non mancate, lo spettacolo è garantito.

La formazione di mister Carlet: Frenna tra i pali, Negro Alessio, Fici, Schillaci, Ambesi, Negro Andrea, Sturaro Fabio, Artioli, Alasia, Miceli, Espinal

Pronti per subentrare: Eremita, Moraglia, Sturaro Paolo, Cadenazzi, Scappatura, Rinaldi, Gambacorta, Lamberti e Diego Rossi

Sostituzioni (tutte nel secondo tempo): Rinaldi entra al posto di Schillaci al diciannvesimo del secondo tempo, Moraglia subentra su Cadenazzi, Gambacorta in sostituzione di Espinal e Moraglia per Schillaci

Ammoniti 4: Ambesi, Miceli, Schillaci, Espinal

 

L’undici schierato dagli avversari guidati dal tecnico Girolamo Meladina: Caffibri, Riu, Parodi, Bondelli, Cannella, Martino, Pinna, Campiaso, Carvelli, Liguori, Bottino

Partono dalla panchina: Retteghieri, Cadenasso, Cavicchioli, Bruzzone, Sennan, Savaia, Deodato

Sostituzioni (nel secondo tempo): il primo cambio è tra Bruzzone e Riu, poi Cadenasso per Bottino, Savaia entra al posto di Cervelli e spazio anche a Cavicchioli in sostituzione del numero 10 Liguori

Ammoniti 2: Campiaso e Caffibri

 

Direttore di gara: Dario Ghiso

Assistenti: Samanta Saffioti, Christian Davico