Sanremo, quando gli oggetti abbandonati diventano arte: la mostra di Kevin Flynn a Palazzo Nota fotogallery

Si serve di materiali di recupero che assembla in forme inedite

Sanremo. La sala consiliare del Museo Civico Palazzo Nota ha aperto le sue porte per l’inaugurazione della mostra dell’artista Kevin Flynn. Curata dallo storico dell’arte Alfonso Sista, resterà aperta al pubblico fino a sabato 1° dicembre (orario di apertura: da martedì a sabato ore 9-19). In rappresentanza dell’amministrazione comunale era presente l’assessore alla cultura Eugenio Nocita.

L’esposizione intende rendere conto dell’attività dell’artista inglese Kevin Flynn, da anni insediato a Borgomaro dove ha instaurato un proficuo contatto con la natura dei luoghi e con la loro anima, attraverso il recupero di oggetti della vita quotidiana ormai in disuso o addirittura trattati come rifiuti.

L’artista ha conferito a questi oggetti una nuova vita recuperando, attraverso una nuova visione artistica, la testimonianza di una memoria collettiva in parte perduta ma legata all’identità di Borgomaro e dell’intera Liguria di ponente. Flynn si serve di materiali di recupero che assembla in forme inedite, quasi dei totem arcaici, in cui l’antica funzione viene esaltata dalle nuove forme che gli oggetti assumono con risvolti concettuali insperati.