Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo ospita la prima Biennale della Famiglia: “Lavoriamo insieme per le nuove generazioni”

Appuntamento il 6 ottobre dalle 8,45 alle 18, presso il Palafiori. Sarà un’occasione per approfondire disagi, opportunità, difficoltà e speranze del vasto mondo dell’adolescenza contemporanea

Sanremo. Con questo convegno, primo ed unico in Italia, il Consultorio Diocesano Centro Promozione Famiglia festeggerà i suoi 35 anni di servizio, un’occasione per rinnovare la propria missione di prevenzione e formazione.

Sabato 6 ottobre dalle 8,45 alle 18, presso il Palafiori di Sanremo, avrà inizio la Biennale della Famiglia, un’occasione per approfondire disagi, opportunità, difficoltà, speranze del vasto mondo dell’adolescenza contemporanea.

Gustavo Pietropolli Charmet, psichiatra e psicoterapeuta aprirà il convengo dopo un docufilm, presentato in anteprima nazionale, “Preferirei di no” sul preoccupante fenomeno del ritiro sociale anche noto come hikikomori. In Italia, pur mancando stime ufficiali, si suppone che almeno 100.000 persone siano interessate a questo fenomeno in aumento. Ancora c’è molto da sapere e comprendere e proprio su questo disagio s’incentrerà la relazione del professor Charmet, che non trascurerà però anche altre gravi forme di disagio quali i disturbi del comportamento alimentare più noti anche come anoressia e bulimia.

Elena Paracchini psicologa-psicoterapeuta cercherà invece di dare le chiavi di lettura del grave fenomeno del suicidio adolescenziale di cui, sempre più spesso troviamo traccia sui quotidiani italiani.

L’aumento di questi fenomeni, rispetto agli anni precedenti interroga il mondo adulto ed insinua il dubbio che la cultura contemporanea possa in qualche modo esserne responsabile. A condurci nella riflessione sarà Mario Salisci, sociologo e professore all’LUMSA, Libera Università Maria Santissima Assunta di Roma che da anni approfondisce l’influenza del mondo contemporaneo sulla costruzione dell’identità della persona.

Concluderà il percorso il Domenico Simeone, pedagogista, docente presso l’Università Cattolica di Brescia, offrendo una riflessione sul contributo che scuola e famiglia, alleate, possono offrire al benessere delle nuove generazioni, coinvolgendo gli stessi adolescenti ed il territorio.

La Biennale della Famiglia aprirà anche altri sguardi sull’adolescenza grazie al ricco programma degli interventi in contemporanea. Altri 14 relatori, infatti, si alterneranno su focus specifici. Una festa, quella del 6 ottobre, che la Biennale vivrà con altre 99 piazze in tutta Italia, in occasione della giornata mondiale che l’Onu dedicata agli insegnanti. L’obiettivo è dimostrare come solo lavorando sull’alleanza scuola-famiglia-territorio si può sperare di dare un futuro migliore ai nostri giovani, aiutandoli a crescere sereni ed in armonia con sé stessi e ciò che li circonda.

Una festa di compleanno non è però tale senza la classica torta, per questo motivo il Consultorio Promozione Famiglia avrà il piacere di offrire una fetta della torta di compleanno al cui taglio saranno presenti Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo, Costanza Pireri vicesindaco di Sanremo e Sonia Viale assessore alla Sanità della Regione Liguria.

Durante la giornata saranno a disposizione dei partecipanti i servizi della ASL 1 “Spazio Giovani” e quello dedicato ai Disturbi del Comportamento Alimentare, l’Associazione genitori di figli ADHD, l’associazione Effetto Farfalla ed un banco espositivo di libri dedicati all’adolescenza. L’evento è accreditato per insegnanti, assistenti sociali, giornalisti, personale sanitario, sociologi.

Questa è una realtà a cui teniamo in modo particolare – afferma il vicesindaco Costanza Pireri – la famiglia e l’adolescenza sono temi che affrontiamo come regalo per i 35 anni del Consultorio Diocesano Centro Promozione Famiglia. Si tratta di una biennale numero zero come auspicio per lavorare e fare in modo che Sanremo diventi la sede permanente. Questi temi richiedono molta attenzione, per questo motivo abbiamo coinvolto i sindaci della nostra regione che si confronteranno concretamente su ciò che hanno fatto e si può fare a favore della famiglia, è un tipo di lavoro che va fatto tutti insieme“.

Mi occupo di questa realtà da alcuni anni con interesse ed entusiasmo – afferma Silvia Minari, presidente del Consultorio Diocesano – ci occupiamo di consulenza su problematiche famigliari e aiutiamo le situazioni di disagio legate a bambini, adulti, coppie e adolescenti. Abbiamo volontà di impegnarsi su tema degli adolescenti e ci siamo chiesti, dato che era nostro anniversario, come poterlo festeggiare rimanendo in tema. La tematica dell’adolescenza e della famiglia è molto preoccupante e spesso trascura, il nostro scopo è aiutare i ragazzi a  crescere in armonia con sé stessi e con altri.

Il Logo della Biennale è composto da due cerchi che richiamano l’entusiasmo e anche l’infinito perché il destino della famiglia è infinito. All’interno del cerchio materno sono inseriti i due figli più piccoli, mentre nel cerchio paterno quelli più grandi. Madre e padre hanno ruoli complementari e indispensabili”.

E’ intervenuta anche Ilaria Giordano del Cespi: “Lavoriamo da più di 20 anni sul territorio per supportare le associazioni nel loro lavoro, si può dire che aiutiamo quelli che aiutano. I nostri obiettivi sono quelli del volontariato e della solidarietà“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.