Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, lo striscione dei neofascisti di CasaPound: “Basta crimine e degrado, difendiamo i nostri quartieri”

Piazza Eroi e dintorni è sicuramente una delle aree più problematiche della città e meriterebbe un'attenzione particolare da parte dell'amministrazione comunale", commenta il responsabile sanremese Gianluca Covatta

Sanremo. Blitz nella notte dei militanti di CasaPound Italia in piazza Eroi Sanremesi. E’ stato affisso uno striscione con su scritto:”Basta crimine e degrado, difendiamo i nostri quartieri” . Secondo i militanti del partito neofascista infatti, i sanremesi non tollererebbero più, quella che il gruppo di estrema destra definisce: “L’incuria e l’immigrazione incontrollata che generano percezione di insicurezza nei cittadini”.

Piazza Eroi e dintorni è sicuramente una delle aree più problematiche della città – commenta il responsabile sanremese Gianluca Covattae meriterebbe un’attenzione particolare da parte dell’amministrazione comunale: abbandono, scarsa illuminazione e venditori abusivi favoriscono il fiorire di attività illecite e la presenza di persone poco raccomandabili. Il disagio che si respira in questa parte della città dei fiori è figlio del buonismo e del politicamente e corretto di una giunta comunale che, troppo spesso, ha dimenticato di fare gli interessi dei sanremesi”.

Fa eco il responsabile provinciale di CasaPound Italia Matteo Diana: “Con l’azione effettuata dai militanti di CasaPound Italia Sanremo ieri notte vogliamo urlare forte e chiaro che noi saremo sempre dalla parte dei nostri connazionali, costi quel che costi. Il nostro movimento è in crescita, sempre più persone si riuniscono sotto le nostre bandiere in ogni città e Sanremo ovviamente non fa eccezione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.