Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, al via il “Festival degli chef”: ecco chi si sfiderà dietro i fornelli e i piatti in gara

Debutta domani al Teatro del Casinò. Davide Scabin e Cristina Chiabotto in giuria

Sanremo. Debutta domani, venerdì 5 ottobre, al Teatro del Casinò il “Festival degli chef”: evento clou di “Sanremo con gusto”, che, per stessa dichiarazione dell’ideatore Roberto Berio (Sanremo On), ambisce a diventare la seconda kermesse della Città dei Fiori, dopo quella della canzone.

Nove gli chef provenienti da sei regioni d’Italia, di cui uno da Ventimiglia, che a partire dalle 20,30 si sfideranno sul palco con piatti che dovranno interpretare il tema “Cibo e canzoni”. Un vero show cooking dove profumi, colori e sapori saranno ripresi in diretta dalle telecamere e trasmessi su un grande schermo così da essere seguiti nei dettagli dal pubblico presente.

In giuria, personaggi di primo ordine nel panorama gastronomico, anche televisivo, del Bel Paese. A cominciare dal presidente, il pluristellato chef di Rivoli Davide Scabin, patron del ristorante Combal Zero, più volte presidente di giuria di Masterchef e ospite fisso di Antonella Clerici a La prova del cuoco. Madrina d’occasione, invece, la bella Cristina Chiabotto, già presentatrice del food talent di Mediaset La ricetta perfetta, proprio al fianco di Scabin, con cui ha anche condotto I menù di Giallo Zafferano su Canale 5. E poi Paolo Massobrio, Personaggio food 2017, stimatissimo critico nonché titolare della guida ai ristoranti d’Italia che porta il suo nome, e ancora la food blogger Samantha Alborno e il giornalista ed esperto agricolo Alessandro Carassale.

A completare lo spettacolo, la doppia performance di Vittorio De Scalzi, che si cimenterà nella preparazione del pesto ligure, e una parentesi di moda con la passerella di foulard della maison Daphne dedicati ai prodotti liguri.

Al centro del Festival, comunque, sempre il talento e la creatività degli chef che si materializzerà in antipasti, primi e secondi piatti.

Grazie alla collaborazione con la rinomata scuola alberghiera “Ruffini-Aicardi” di Sanremo-Arma di Taggia, tutti gli chef saranno affiancati da studenti selezionati, cinque del corso di “Cucina” e due di “Sala”.

Ma ecco chi sono i protagonisti di questa seconda edizione della kermesse culinaria di Sanremo On, i piatti proposti e le canzoni abbinate:

Marco Volpin del Ristorante Le Tentazioni di Padova: piatto salmone spritz e popcorn – canzone “Gli anni” 883; Davide Mea del Ristorante La Taverna del Mozzo a Marina di Camerota (Salerno): piatto: spaghettone con alici di menaica, mozzarella nella mortella e origano – canzone: “Le acciughe fanno il pallone” di Fabrizio De André; Damiano Dorati dell’Hosteria La Cave Cantù – Casteggio (Pavia): piatto risotto armonizzato dal maestro Vessicchio con ceviche di baccalà; canzone “Canzone per te” di Sergio Endrigo e Roberto Carlos; Marco Visciola de Il Marin – Ristoro del Porto Antico di Genova): piatto tortello Milano-Sanremo, zafferano, ossobuco e gamberi viola – canzone “Triangolo” Renato Zero; Enrico Priveri de Il Cavallo Scosso, di Asti: piatto tartare di fassona marinata agli agrumi, scampo scottato, maionese ai ricci di mare e barbabietola – canzone: “Impressioni di settembre” dei PFM; Marco Rossi del Ristorante La Mugnaia di Ivrea: piatto: Agnello di cascina in quattro racconti, filetto al barbecue, pancia confit, ravioli, coscia cotta nel fieno – canzone: “Per Elisa” Alice; Giorgio Servetto del Ristorante Nove di Alassio: piatto ricci nell’uovo con aglio di Vessalico, ricci di mare, nero di seppia – canzone: “Sapore di sale” di Gino Paoli; Emanuele Donalisio del Ristorante Il Giardino Del Gusto di Ventimiglia: piatto: noce di capasanta, scaloppa di foie gras, pan brioche, caco e ristretto di volatile – canzone: “La terra dei cachi” Elio e le Storie Tese; Diego Poli del Filippo Mud di Pietrasanta (Lucca): piatto uovo strappazzato erbe spontanee brodo di cozze e senape – canzone: “Nel blu dipinto di blu” di Domenico Modugno

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.