Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rivolta nel carcere Valle Armea, Pagani (Uil): “46 detenuti hanno dato inizio alla protesta”

"Questo ennesimo evento critico è uno dei tanti segnali che rilevano la prossima implosione del sistema penitenziario e soprattutto del carcere di Sanremo"

Più informazioni su

Sanremo. “Nel carcere di Sanremo Valle Armea è in corso, da circa tre ore, una rivolta messa in atto dai detenuti allocati in prima sezione dell’istituto penitenziario. Oltre ad una rumorosissima battitura ed all’incendio di suppellettili ci giunge notizia che tutto il personale che vive in caserma è stato richiamato in servizio – a dichiararlo è Fabio Pagani, segretario regionale della Uil polizia penitenziaria - questo ennesimo evento critico è uno dei tanti segnali che rilevano la prossima implosione del sistema penitenziario e soprattutto della Carcere di Sanremo”.

“Eppure l’avevamo annunciato - aggiunge il sindacalista della Uil – ci auguriamo che direttore e comandante siano già sul posto. Oramai ogni istituto è una polveriera è pronta a deflagrare e le conseguenze non potranno non pesare su chi non ha saputo, politicamente, impedirne l’esplosione. I 270 detenuti presenti oggi a Sanremo e soprattutto i 46 detenuti che hanno dato inizio alla protesta, rischiano di inficiare gravemente sulla sicurezza della struttura e sull’ordine pubblico”.

“Per questo – conclude il segretario regionale della Uil penitenziari invitiamo il Ministro, ad intervenire per risolvere con prepotente urgenza questa criticità che ben presto potrebbe divenire un vero problema di ordine pubblico, ma nel frattempo il nostro pensiero è rivolto ai Poliziotti Penitenziari di Sanremo impegnati a sedare la rivolta ”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.