Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quando il chihuahua diventa un “cane da borsetta”

"La posta del cuore di Malù", a cura dell'educatrice cinofila Marzia Massocco

Cari Malù,
vi scrivo perché sono davvero in crisi per il mio compagno a 4 zampe.
È terribile la situazione perché non posso più stare vicina a qualcun altro quando c’è lui. In casa fa lo stesso con la mia gattina.
Vi spiego, il mio amatissimo cuoricino peloso è un chihuahua ma si comporta come un leone.
Quando esco di casa e lo porto con me, se incontro qualcuno non lo posso salutare che lui si trasforma da adorabile a mostruoso. Eppure lo tengo nella borsetta che ho comprato apposta per lui. Esce da lì e ruggisce come una belva inferocita. Mi vergogno a dirlo ma ha anche pizzicato un mio amico una volta. Ormai la situazione mi sembra tragica, può essere uno di quei cani che impazzisce e diventa cattivo?
Grazie per la risposta
B.L.

Cara B.L.,

andando con ordine facciamo attenzione ad alcuni piccoli particolari che emergono dal quadro generale: 1) nessuno si può avvicinare a te, né persone né altri animali; 2) è diventato “un cane da borsetta”; 3) è arrivato a mordere (pizzicare). Insomma un bel quadretto direi.

Ti anticipo già che non è questione di gelosia come i luoghi comuni insegnano. Ti rassicuro sulla pazzia che temi abbia preso il controllo su di lui, non posso escluderlo totalmente siccome mi posso basare solo sul tuo racconto ma ci sono elementi che mi fanno propendere più per una “difesa di risorsa” siccome vuole tenere lontano tutti da te compresa la gattina che vive con voi se ho capito bene.

Ma quale risorsa mi dirai? Tu. A volte con i nostri compagni pelosi si creano delle dinamiche per cui diventiamo una loro risorsa che gestiscono come vogliono (e come riescono a seconda delle loro competenze mentali ed emotive).

Ti chiedo però se tenendolo in borsetta, quando incontravi qualcuno, lui riceveva attenzioni e contatto, magari non richiesti. In sostanza quando era cucciolino è stato sottoposto a incontri con mani di estranei nemmeno troppo graditi? Il risultato come vedi è una prevenzione enorme sul fronte interazioni con umani.

Mi viene da chiederti anche siccome scrivi che lo tieni in borsetta, dove sporca? In casa hai le traversine assorbenti per caso? Il cane ha bisogno di essere e di fare il cane, ha bisogno di annusare ed esplorare. E tu come compagna umana devi, ripeto devi, tutelarlo. Dici che ha morso, probabile abbia perso lucidità in un picco di stress acuto o non aveva altri mezzi che mordere per tenere lontano chi ha morso.

Insomma ti consiglierei di rivedere alcune dinamiche come: 1) portarlo in giro addosso a te trasferendo lui la responsabilità di occuparsi del gruppo sociale, 2) portarlo in posti dove possa fare il cane e dedicare passeggiate a lui, 3) evitare di portarlo in giro in posti dove possa trovarsi a disagio e tutelarlo, 4) stare attenta ai segnali che dà di stress/tensione nervosa ecc.

Ti invito anche a rivolgerti a qualcuno che possa aiutarti a costruire un rapporto sano con lui, ma è d’obbligo prima la tua presa di coscienza per aver creato ciò che mi descrivi (con il suo comportamento attuale hai solo un sintomo davanti agli occhi, non la causa).

Vi auguro di riuscirci con tutto il cuore.

Marzia Massocco

Per La posta del cuore di Malù invito tutti quelli che hanno domande e dubbi a scriverci!. Risponderemo con attenzione ad ognuna e potrete leggere tutti le risposte sulla rubrica di Riviera24.it #PetNews24

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.