Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Orchestra Sinfonica di Sanremo alza il sipario sulla stagione autunnale

Presidente Caridi: "Il nuovo calendario vuole dare segnale di rilancio al lavoro intrapreso". Sindaco Biancheri: "Difficoltà non tutte superate, ma siamo sulla strada giusta. La prossima sfida? Trovare una sede ufficiale alla Fondazione e uno sponsor"

Sanremo. Dopo una stagione estiva che ha riscosso notevoli successi di pubblico, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo è pronta ad alzare il sipario su un autunno-inverno altrettanto ricco di valore artistico e musicale.

Ospedaletti - Loanesi, i goal

Il primo appuntamento del calendario della stagione 2018/2019, sarà domani, mercoledì 3 ottobre, con la “Nona sinfonia” di Ludwing Van Beethoven. Ad ospitare il concerto diretto da Giancarlo De Lorenzo, il Teatro dell’Opera del Casinò a partire dalle 21. Sul palco, per quello che è considerato uno dei massimi capolavori del compositore tedesco, si esibiranno 4 solisti, 47 musicisti e 2 cori polifonici. Quindi, Erika Peder (soprano), Cristina Sogmaister (mezzosoprano), Gian Luca Pasolini (tenore), Dante Roberto Muro (basso) e i cori filarmonici Musicanova e di Nizza.

Sempre nel teatro della Casa da Gioco sanremese, giovedì 11 ottobre, alle 17, il pubblico potrà abbandonarsi alle note del “Flauto mon amour”, con direttore Andrea Vitello e al flauto Luisa Sello. Il giovedì successivo, il 18, sarà dedicato a “Virtuosismo e rigore in Italia”, che dietro la direzione di Lawrence Golan vedrà protagonista il violista Sergey Krilov. Il 25 ottobre tornerà ancora il direttore Giancarlo De Lorenzo con “Dedicato a Rossini”.

Mercoledì 31 ottobre, dalle 15, il Teatro dell’Opera si riempirà invece delle note dei concerti per le scuole “Caro Peppino”, con il maestro e solista al flauto Mario Carbotta, la voce recitante di Enrico Beruschi e le musiche di Giuseppe Verdi.

Già in programma anche il concerto benefico natalizio organizzato dai Lion’s Club e dalle associazioni Service, “Ouverture di Rossini” che si terrà il 21 dicembre.

Maurizio Caridi, presidente della Fondazione: “Ringrazio tutto il personale dell’Orchestra Sinfonica che in questa fase di risanamento stanno facendo grandi sacrifici anche di rinuncia economica. I dipendenti sono l’anima stessa della Fondazione. Come sempre, anche la nuova stagione avrà come sede il Casinò Municipale. Una stagione che vuole dare un segnale di rilancio e speranza al lavoro che stiamo portando avanti. Veniamo da un anno che direi soddisfacente. A partire dall’ultima edizione del Festival dove l’Orchestra ha avuto ruolo non di semplice controparte ma di attrice vera della kermesse. Nel corso dell’anno, inoltre, abbiamo fatto diverse rassegne, siamo andati in tutto il nord Italia e anche in Francia, dove abbiamo sviluppato diverse collaborazioni specie con Nizza. La stagione estiva è stata esaltante, sold out la maggior parte dei concerti. Un tutto esaurito che vuol dire che l’Orchestra sta fidelizzando il suo pubblico. Stiamo già lavorando alla stagione primaverile le con grandi solisti. Continua poi la nostra attenzione al campo sociale, in particolare al mondo delle scuole, con lo sviluppo di progetti formativi. Insomma, non siamo fermi, ci stiamo dando da fare e stiamo cercando di rispettare gli impegni presi“.

L’impegno profuso dall’Orchestra Sinfonica nel corso di quest’anno è stato riconosciuto anche dal sindaco Alberto Biancheri: “Mesi fa l’Amministrazione ha fatto la scelta di mantenere viva l’Orchestra sinfonica, un valore aggiunto per la nostra città. Il primo piano operativo che la Fondazione ci ha consegnato è in linea con gli indirizzi del Consiglio comunale e questo è molto importante perché vuol dire che si sta lavorando bene. Da parte nostra c’è un’attenzione altissima per continuare a dare solidità e certezza all’Orchestra che in una fase di grande difficoltà ha comunque fatto un’ottima stagione estiva e il calendario dell’autunno-inverno è altrettanto promettente e di qualità. Non si è usciti del tutto dai problemi ma siamo sulla strada giusta. La nuova sfida, ora, è trovare una sede ufficiale per questa realtà, un obiettivo che ci sta molto a cuore, perché no, anche individuare uno sponsor“.

Alla presentazione del calendario della stagione 2018/2019, oltre i già citati Biancheri e Caridi, erano presenti il direttore generale Paolo Maluberti, il direttore artistico e stabile Giancarlo De Lorenzo e l’assessore al Turismo Marco Sarlo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.